Juventus in ansia per la situazione degli infortunati. Maurizio Sarri al ritorno in campo contro l’Atalanta di sabato prossimo alle 15 dovrà fare i conti con almeno due assenze molto pesanti. Miralem Pjanic si è fermato con la Bosnia per il solito problema muscolare, quando tornerà a Torino verrà valutato per capire quali saranno i tempi di recupero. I problemi però non finiscono qui, anche Matuidi è fermo ai box da una settimana.

Così la via verso il prossimo mese bianconero inizia ad essere complicata.

E sicuramente non sarà facile per la “Vecchia Signora” sopperire ai problemi in infermeria visto che il calendario da qui a Natale sarà fittissimo. Otto le gare dal 23 novembre al 22 dicembre, si parte con l’Atalanta e tre giorni dopo torna la Champions League con il match con l’Atletico Madrid. La sfida agli spagnoli sarà particolarmente importante: la Juve è già qualificata, ma con un successo il primo posto sarebbe blindato. Poi tornerà il campionato con una dietro l’altra Sassuolo e Lazio a cui seguirà il Bayer Leverkusen.

Dal 15 al 22 dicembre altra settimana zeppa di partite con l’Udinese, la Sampdoria e la Supercoppa Italiana in cui sarà ancora la Lazio l’avversario per il primo titolo stagionale.

Juventus: Pjanic a rischio per le prossime due gare

L’ideale per la Juventus sarebbe approcciare questo periodo con la rosa al gran completo ma così non sarà. Secondo l’edizione on line di Tuttosport Miralem Pjanic non sarà disponibile contro l’Atalanta e appare a rischio anche per l’Atletico Madrid. Ieri il centrocampista si è fermato nella sfida con la sua Bosnia contro l’Italia a secondo tempo inoltrato.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus Serie A

A tradirlo è stata ancora una volta la coscia destra con un problema muscolare che lo ha costretto a uscire dal campo. Il giocatore nel post gara si è detto fiducioso, la speranza è quella che si sia fermato in tempo in modo da evitare eventuali stiramenti. Verrà valutato appena rientrato a Torino con i primi test medici.

Difficile che venga rischiato con l’Atalanta, anche perché come detto il calendario è fitto e perderlo per più di qualche gara sarebbe davvero un delitto. Pjanic è il motore della Juve e senza di lui la squadra fa fatica.

Contro i bergamaschi si scalda Bentancur, sostituto designato, che però ha un problema: al momento l’uruguaiano è in diffida e con un giallo sarebbe automaticamente squalificato per il Sassuolo. La seconda alternativa per sostituire il bosniaco è Rabiot il cui rendimento è però piuttosto altalenate e Sarri per ora in gare ufficiale lo ha sempre schierato come mezzala.

Matuidi sicuro assente in Atalanta-Juventus

Il francese potrebbe essere il primo candidato invece per sostituire Blaise Matuidi, altro infortunato in casa Juventus. Il transalpino ha subito la frattura della cartilagine della decima costola, è fermo ai box, non ha risposto alla chiamata della Nazionale e per guarire ha bisogno ancora di tempo.

Novità video - Juve, Pjanic torna a Torino dopo l'infortunio con la Bosnia
Clicca per vedere

Secondo il sito calciomercato.com non ci sono speranze per un suo recupero per la sfida all’Atalanta. Il problema anche in questo caso è che si sono solo tre giorni poi per tornare a disposizione in tempo per affrontare l’Atletico Madrid. Come detto Rabiot è uno dei possibili sostituti, così come Emre Can che però è in odore di cessione. Ci sarebbe poi la possibilità di spostare qualche metro più indietro del solito Aaron Ramsey, il gallese può occupare il posto di mezzala, anche se Sarri lo vede più come trequartista.

L’infermeria continua così a riempirsi, anche perché ci sono un paio di lungodegenti che ancora non possono rientrare in campo. Il primo è Giorgio Chiellini che lavora per guarire dopo l’operazione al legamento crociato del ginocchio. I tempi di recupero sono lunghi, prima di febbraio non potrà tornare a disposizione di Sarri. Discorso simile per Pjaca che continua a non riuscire ad uscire dal tunnel degli infortuni. Il talentino croato cercherà di recuperare per gennaio in modo da poter essere ceduto, magari in prestito, per poter tornare ad essere protagonista.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto