La partita con l'Udinese è stato l'ennesimo fallimento del Napoli ancelottiano. Gli azzurri hanno sprecato una ghiotta occasione per ristabilire le giuste gerarchie nel Campionato di Serie. Il match tra i partenopei e i friulani si è concluso con un pareggio (1-1), un risultato che fa bene ai padroni di casa dell'Udinese, anch'essi in piena crisi di risultati e prestazioni, ma getta il Napoli sul fondo del baratro. Gli azzurri, dopo la sconfitta con il Bologna, cercavano un risultato positivo e l'incontro con l'Udinese sarebbe stato il primo banco di prova per la rinascita azzurra.

Purtroppo una prestazione, l'ennesima, sottotono non ha permesso al Napoli di farsi valere, gettando ancor di più i tifosi nello sconforto. Domani sera ci sarà la seconda gara decisiva della stagione, quella del 'tutto per tutto', contro il Genk. Dal risultato di Napoli-Genk si potrà determinare il futuro di Carlo Ancelotti. I tifosi chiedono la sua testa, la mancanza di risultati è evidente, un Napoli così non si vedeva da anni, la scossa è necessaria e il cambio di allenatore potrebbe essere una soluzione.

Lo stesso patron del Napoli Aurelio De Laurentiis fa sapere che non si opporrebbe all'eventuale presentazione della lettera di dimissioni da parte del tecnico di Reggiolo. A riportare la notizia è il quotidiano Il Mattino.

Ancelotti sul patibolo

Qualche giorno fa Aurelio De Laurentiis, presidente dell'SSC Napoli, ha fatto sapere, attraverso i microfoni della Radio ufficiale del calcio Napoli Radio Kiss Kiss Napoli, che la fiducia nei confronti di Ancelotti è totale.

I tifosi, indispettiti da questa affermazione, hanno attacco il presidente, richiedendo a gran voce l'esonero del tecnico per la mancanza di risultati. Dopo il pareggio con l'Udinese e la sconfitta con il Bologna, il patron azzurro pare abbia perso parte di quella fiducia indiscussa nei confronti di Ancelotti e sta vagliando l'ipotesi di esonero, nella remota situazione in cui il Napoli non si qualificasse per gli ottavi di finale di Champions League.

Tanti sono stati i nomi dei possibili traghettatori valutati per subentare ad Ancelotti in caso di dimissioni o di esonero: Reja, Prandelli, Gattuso. La sfida con il Genk sarà decisiva per il futuro di Ancelotti e del Napoli. Il cammino del tecnico con il Napoli potrebbe interrompersi già domani sera, tutto dipenderà dal risultato.

L'edizione odierna del quotidiano Il Mattino, fa sapere che le dimissioni di Ancelotti sarebbero ben accolte dal patron azzurro o meglio, non si opporrebbe.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Sono ore di fibrillazione in casa Napoli, mercoledì potrebbe esserci un faccia a faccia diretto tra De Laurentiis e Ancelotti per decidere il futuro del tecnico, tutto sulla base del risultato della gara di domani sera tra Genk e Napoli, decisiva per la stagione azzurra.

Segui la nostra pagina Facebook!