Juventus-Parma è il prossimo appuntamento per la formazione di Maurizio Sarri. I bianconeri scenderanno in campo domenica 19 gennaio con fischio d'inizio fissato per le ore 20.45. Un'altra partita assolutamente da vincere per la Juve, che dopo aver conquistato il titolo di campione d'inverno non ha alcuna voglia di fermarsi. Anche perché l'Inter si sta rinforzando in questo calciomercato e proverà a insidiare i bianconeri nella lotta allo scudetto. Sia la Juve che il Parma sono state impegnate in settimana negli ottavi di finale di Coppa Italia.

La squadra di Sarri ha superato il turno agevolmente contro l'Udinese mentre gli emiliani sono stati battuti dalla Roma.

La possibile formazione di Sarri

Sembra esserci un solo dubbio per Sarri riguardo la formazione bianconera da mandare in campo in Juventus-Parma. Ma andiamo con ordine. In porta l'allenatore schiererà Szczesny, pronto a rientrare come titolare dopo aver lasciato i pali in Coppa Italia a Buffon. Per quanto riguarda la difesa, Cuadrado tornerà a occupare il binario destro mentre Alex Sandro giocherà a sinistra.

Sono due elementi molto propulsivi che assicurano sostegno anche alla fase difensiva. Al centro della difesa questa volta non ci sono dubbi: l'infortunio occorso a Demiral riapre le porte della titolarità a De Ligt. L'olandese farà coppia con Bonucci.

Per quanto riguarda la linea mediana, con Khedira fuori dai giochi per infortunio e Bentancur squalificato, Sarri dovrebbe confermare ancora una volta Rabiot nell'undici titolare.

Del resto il giocatore francese appare in crescita e ha bisogno di giocare con continuità per affinare l'intesa con i compagni. Per quanto riguarda la regia, ci si affiderà a Pjanic, con Matuidi designato a giocare come interno sinistro. Contro i ducali il tecnico bianconero non dovrebbe affidarsi fin da subito al tridente. Ramsey sembra allora favorito su Bernardeschi per quanto riguarda il ruolo di trequartista.

Juventus-Parma, il dubbio è in attacco

In attacco una maglia finirà sulle spalle di Cristiano Ronaldo. Dopo aver superato la sinusite che lo ha tenuto ai box in Coppa Italia contro l'Udinese il portoghese tornerà a essere titolare. I suoi compagni di reparto hanno saputo cavarsela molto bene anche senza di lui, ma CR7 è un giocatore troppo importante per i bianconeri. Al suo fianco si ripropone il dubbio Dybala-Higuain e, come al solito, è facile preventivare una staffetta tra i due. La "Joya" è in una forma davvero strepitosa: la doppietta contro l'Udinese ha esaltato il suo talento. Ma anche Higuain è in un buon momento.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!