La Juventus sta vivendo un momento complicato della stagione. La sconfitta di campionato contro l'Hellas Verona ha messo in evidenza le difficoltà di mentalità della squadra bianconera. Le parole di Maurizio Sarri nel post partita di Hellas Verona-Juventus testimoniano come stia cercando la collaborazione con i 'senatori', che devono evidentemente aiutarlo a migliorare l'aspetto psicologico della rosa bianconera.

Ciò che è emerso è che la Juventus non sia in grado di mantenere il vantaggio e spesso viene recuperata dall'avversario fino a subire la sconfitta.

Secondo la Repubblica, però, nonostante le rassicurazioni di Andrea Agnelli, il futuro di Maurizio Sarri alla Juventus non è così certo. Allo stesso tempo il nome del tecnico Guardiola in chiave Juventus resta sempre molto concreto. La situazione dello spagnolo al Manchester City non è salda nonostante un contratto in scadenza a giugno 2021. Per il tecnico spagnolo pesa soprattutto la distanza di punti che il Manchester City ha dalla vetta della classifica, occupata dal Liverpool di Klopp.

L'ipotesi Guardiola alla Juve

Come conferma il noto giornale italiano, Pep Guardiola potrebbe essere l'acquisto top della Juventus della prossima stagione. Sarebbe evidentemente un investimento costoso in quanto il tecnico spagnolo guadagna 23 milioni di euro a stagione con il Manchester City, ma consentirebbe alla Juventus di proseguire il processo di cambio di mentalità iniziato da Maurizio Sarri in questa stagione.

Quest'ultimo potrebbe rimanere alla Juventus solamente se vincesse la Champions League: è questa l'indiscrezione lanciata da la Repubblica.

Il cambio di mentalità voluto da Andrea Agnelli

Andrea Agnelli infatti sembra convinto che per vincere in Europa serva un cambio di mentalità rispetto al passato, passando da un atteggiamento attendista ad un calcio più propositivo ed offensivo. Così si spiegano gli 'insuccessi' in Europa del tecnico livornese Massimiliano Allegri.

Quest'ultimo però resta sempre una possibilità per questa stagione, qualora la situazione alla Juventus dovesse precipitare con la guida tecnica di Maurizio Sarri. Come è noto infatti il tecnico livornese è ancora sotto contratto con la Juventus fino a giugno 2020. Diventeranno quindi importanti le prossime partite della squadra bianconera: si parte con il match di giovedì contro il Milan nella semifinale di andata di Coppa Italia a San Siro. Domenica invece all'Allianz Stadium arriva il Brescia del nuovo tecnico uruguaiano Diego Lopez. I bianconeri potrebbero sfruttare l'eventuale passo falso dell'Inter, che se la vedrà nel posticipo della 24esima giornata di campionato contro la Lazio.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!