Riprende oggi il lavoro del Parma che mette nel mirino la SPAL dopo lo stop dello scorso fine settimana a causa dell’emergenza Coronavirus. D’Aversa avrà così un po' più di tempo rispetto al previsto per cercare di recuperare alcune importanti pedine del proprio scacchiere, come Kulusevski. La situazione degli infortunati continua per ad essere molto “pesante” delle parti di Collecchio tra lungodegenti e giocatori che di giorno in giorno lavorano, e sperano, di recuperare.

Domenica alle 15 in un Tardini a porte chiuse, già sospesa la vendita dei biglietti e disposti i rimborsi per chi ha un tagliando, arriva la SPAL.

La formazione di Di Biagio è arrivata forse all’ultima spiaggia per cercare di arrivare alla salvezza e quindi rappresenta un avversario pericoloso. Ai ferraresi mancherà sicuramente lo squalificato Strefezza e probabilmente l’attaccante Cerri arrivato a gennaio dal Cagliari. Molto più problematica la situazione per D’Aversa che ancora una volta dovrà fari i conti con tante assenze.

Parma: Kulusevski ok per la SPAL, Darmian possibile titolare

Prima di analizzare le brutte notizie, cerchiamo di capire chi invece ci sarà nel Parma che sfida la SPAL.

I gialloblu dovrebbero poter tornare a schierare titolare Dejan Kulusevski, impiegato nel secondo tempo con la Lazio ormai due gare fa ma sempre alle prese con un problema muscolare. Lo svedese è rientrato nella lista dei convocati per il match, poi non giocato, con il Torino ma per lui si prevedeva un possibile ingresso a gara in corso per gestirne le forze e non andare incontro a ricadute. Con una settimana di lavoro in più aumentano le speranze di rivederlo in campo dall’inizio contro la SPAL e così D’Aversa potrebbe tornare a schierare, dopo molto tempo, la sua coppia di esterni titolare.

Kulusevski e Gervinho, insieme per novanta minuti, sanno essere devastanti e averli a disposizione in questo finale di stagione aumenterebbe e non poco le speranze europee dei gialloblu.

Le buone notizie in casa Parma non finiscono qui, contro la Spal rientrerà quasi certamente dal primo minuto Darmian. L’esterno difensivo è uscito anzitempo nell’ultima sfida giocata in campionato a causa di un problema ai tendini.

Nulla di grave, come notato dopo i primi test clinici, ma per lui era previsto un periodo di stop tra i sette e i dieci giorni. L’ex azzurro era stato convocato per la gara con il Torino, questo significa che poteva essere rilanciato nella mischia, anche se poche erano le possibilità di vederlo titolare. Dopo questa settimana di lavoro è quasi certo che possa rientrare dal primo minuto.

Parma: anche Kucka e Scozzarella ci provano per la SPAL

Meno positive le altre notizie in arrivo dall’infermeria del Parma a pochi giorni dalla sfida contro la SPAL. La settimana di lavoro sarà fondamentale per capire le condizioni di Juraj Kucka, centrocampista e pilastro tecnico e carismatico della formazione emiliana.

Lo slovacco si è fermato due settimane fa per un problema muscolare, però sono state escluse lesioni. I muscoli del centrocampista sono da tenere particolarmente d’occhio perché gli creano problemi da anni, così durante i prossimi allenamenti si cercherà di farlo recuperare per la SPAL. Ma senza fretta, perché il rischio ricadute è sempre dietro l’angolo e quindi le valutazioni verranno fatte di giorno in giorno, sperando che tutto si risolva e domenica possa essere a disposizione.

Qualche speranza di essere presente nella lista dei convocati la ha anche Scozzarella, colpito anche lui da problemi muscolari.

Il suo rientro era originariamente previsto per fine febbraio, non figurava tra i convocati per Torino, ma spera di farcela per la SPAL. Restano invece ai box quattro giocatori che non potranno partecipare alla prossima partita, si tratta dei lungodegenti Sepe e Inglese, di Barillà, il più vicino al rientro di questa lista e infine Laurini, ultimo infortunato della stagione "maledetta" del Parma.

Segui la nostra pagina Facebook!