L’emergenza Coronavirus stravolge lo sport e anche la Serie A si adegua, Il campionato di calcio è stato sospeso la scorsa settimana e al momento ci sono sul tavolo varie ipotesi per portarlo alla conclusione. Nei giorni scorsi una riunione straordinaria dei vertici del mondo del pallone ha deliberato la sospensione delle partite e messo sul tavolo alcune ipotesi che verranno ridiscusse il 23 marzo in un nuovo Consiglio Federale. La situazione si aggiorna di ora in ora e la positività di Daniele Rugani, primo calciatore della massima serie che ha contratto il COVID 19, potrebbe complicare ancora di più la strada verso il ritorno in campo.

L’emergenza Coronavirus potrebbe bloccare la Serie A fino al 2 maggio

Secondo la Gazzetta dello Sport i club, la Lega Serie A e la Federazione stanno comunque provando ad ipotizzare un calendario da applicare quando l’emergenza Coronavirus sarà terminata. Le società vorrebbero concludere la stagione giocando le restanti partite senza ricorrere a playoff e playout come ventilato da più parti. Così l’idea sarebbe quella di ripartire il 2 maggio e continuare a giocare anche nella prima parte della prossima estate, ma per questa ipotesi serve l’aiuto della UEFA che dovrebbe far slittare gli Europei 2020.

La seconda ipotesi, sempre descritta dalla Gazzetta dello Sport sarebbe quella valida al momento ma davvero poco probabile vista l’evoluzione dell’emergenza sanitaria.

In teoria la sospensione della serie A è fino al 3 aprile, quindi si potrebbe già giocare il 4 e il 5 dello stesso mese. Ma questo scenario è davvero poco ipotizzabile guardando alla situazione attuale del nostro Paese. E poi ci sarebbero problemi anche sportivi da risolvere, molte squadre hanno interrotto gli allenamenti, l'ultima il Torino questa mattina, per il rischio contagio e quindi potrebbero non essere nelle condizioni di scendere in campo tra poco più di due settimane.

Le Federazioni chiedono il rinvio degli Europei

Per far ripartire la Serie A il 2 maggio e permettere il regolare svolgimento di tutte le partite, la bozza di calendario già ci sarebbe, è necessario, come detto, che slittino gli Europei estivi. L’UEFA non ha ancora deciso nulla ma adesso è sotto assedio dalle principali federazioni calcistiche europee.

Italia, Spagna, Germania, Francia e Inghilterra, rivela il Corriere dello Sport, già oggi proveranno ad aprire un dialogo con la Federazione Europea cercando di esplorare la possibilità di far slittare di qualche mese, o di un anno la competizione. Le problematiche sono ovviamente legate a diritti tv e sponsor con cui i contratti sono già stati firmati. La situazione è in evoluzione, oggi le più importanti delegazioni calcistiche europee contatteranno l’Uefa e da qui partirà il dialogo. Come detto se ci sarà il rinvio la Serie A potrebbe iniziare il 2 maggio e concludersi in estate, se invece gli Europei dovessero essere confermati con la partenza il 12 giugno, tutto diventerebbe più difficile e Federazione, Lega Serie A e club dovrebbero trovare nuove soluzioni per concludere la stagione.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!