Paulo Dybala in un'intervista per AFA play racconta il suo rapporto con Cristiano Ronaldo. Il giovane campione argentino svela di essere rimasto piacevolmente sorpreso dalla personalità dell'asso portoghese e spiega che la notizia dell'arrivo del lusitano a Torino è stata accolta con una leggera freddezza da tutto lo spogliatoio bianconero.

Dybala chiarisce i motivi di questa diffidenza iniziale nei confronti di CR7: "Prima del suo approdo c'erano state molte discussioni per l'eliminazione in Champions per mano del Real, con l'espulsione di Buffon" (chiaro riferimento alla partita vinta per 3 a 1 dalla Juventus contro il Real Madrid.

In quel match Ronaldo segnò un rigore dubbio al 98' e i bianconeri furono eliminati dalla Champions League - ndr). Il numero 10 della Juventus prosegue parlando di come tutti i calciatori della squadra siano stati ingannati dalle voci di corridoio, infatti il fuoriclasse portoghese fin dal primo momento si è mostrato disponibile e amichevole con tutti i membri del club.

Cristiano Ronaldo non è amato in Argentina

Sempre nel corso dell'intervista per AFA Play, Paulo Dybala racconta un aneddoto relativo alla scarsa popolarità di Cristiano in Argentina. Il campione argentino ricorda quando durante un viaggio, disse a Ronaldo: "Sai, sono sincero, in Argentina ti odiamo un po', per il tuo modo di essere, di camminare, ma tu mi hai veramente sorpreso perché ho conosciuto un'altra persona".

Il numero 7 della Juventus rispose senza polemizzare: "So che è così, ma sono abituato a ricevere queste critiche. Ma io sono come sono".

Probabile che il poco amore degli argentini nei confronti di Cristiano Ronaldo sia causato dalla sua eterna rivalità sportiva con il campione del Barcellona Leo Messi, idolo assoluto per i sudamericani.

Oriana Sabatini: 'Dybala mostra ancora sintomi'

Infine il numero 10 argentino racconta del difficile periodo di quarantena vissuto in compagnia della fidanzata. Dybala afferma di stare meglio ma ancora non si riesce ad allenare perché, come lui stesso spiega, dopo appena 5 minuti gli viene il fiatone.

Oriana Sabatini, compagna del calciatore della Juventus, ha intanto dichiarato a Revista Caras: "Paulo mostra ancora sintomi, anche io non riesco a respirare bene, ma un nuovo tampone ha dato esito negativo, ora attendiamo il test del secondo".

La modella argentina puntualizza che i medici sconsigliano l'allenamento ai positivi del Covid-19. Inoltre racconta che sia lei che Paulo hanno pensato di trasferirsi a Dubai per affrontare al meglio il virus ma che successivamente sono tornati sui loro passi perché: "La cosa più saggia è restare a casa e aspettare che tutto finisca".

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!