La Juventus, anche questa mattina, si è ritrovata alla Continassa per proseguire gli allenamenti in vista di una possibile ripresa del campionato. I bianconeri, stamani, hanno lavorato ancora a piccoli gruppi e la ripresa delle sessioni di squadra sarà graduale. Ad assistere all'allenamento della Juventus era presente anche il Chief Football Officer Fabio Paratici. Nella giornata di domani domenica 24 maggio, i giocatori bianconeri godranno di un giorno di riposo e la ripresa delle sedute di lavoro è fissata per lunedì 25 maggio.

Sarri lavora con tutti i suoi giocatori

Da ieri venerdì 22 maggio, Maurizio Sarri può lavorare finalmente con il gruppo al completo.

Infatti, la Juventus ha riabbracciato anche Douglas Costa, Danilo, Alex Sandro, Gonzalo Higuain e Adrien Rabiot. Dunque, adesso il tecnico toscano potrà tornare a lavorare anche sulla tattica visto che è arrivato l'ok da parte delle istituzioni per la ripresa degli allenamenti di squadra. La Juventus, però, riprenderà a lavorare con gruppi più numerosi in modo progressivo. Probabilmente già da lunedì 25 maggio, i bianconeri cambieranno un po' le modalità di allenamento. Inoltre, nel corso della prossima settimana si potrebbe capire qualcosa in più sulla ripresa del campionato visto che giovedì 28 maggio ci sarà un incontro tra il ministro Spadafora e i vertici del calcio italiano.

Se la Serie A ripartirà la Juventus dovrà affrontare 6 trasferte

Il mondo del calcio si sta organizzando per presentare un nuovo protocollo al governo per capire come potranno riprendere i match di Serie A. Infatti, le squadre dovranno potersi muovere in assoluta sicurezza e in particolare dovranno organizzare le trasferte senza far correre nessun tipo di rischio ai giocatori.

La Juventus, qualora ripartisse il campionato, dovrebbe affrontare sei trasferte. I bianconeri dovrebbero andare a Bologna, Genova, Milano, Sassuolo, Udine e Cagliari. Dunque, la squadra di Sarri dovrà affrontare 2 viaggi in pullman, 2 in aereo e 2 in treno. In questi giorni, la Lega Calcio sta preparando una bozza con le indicazioni di viaggio per i club di serie A.

Le società dovranno limitare il numero dei partecipanti alle trasferte e dovranno far precedere, l'arrivo in hotel dei giocatori, dal personale addetto al controllo delle condizioni igieniche. Inoltre, quando le squadre viaggeranno in pullman i calciatori dovranno salire su due bus differenti e i conducenti dovranno essere sottoposti a tutti i controlli medici. Mentre, quando le compagini dovranno spostarsi in treno dovranno occupare un'intera carrozza ad uso esclusivo e dovrà essere sanificata.

Infine, in caso di trasferta in aereo le squadre arriveranno direttamente sottobordo con il pullman e i calciatori si imbarcheranno direttamente sull'aereo. Inoltre, le squadre dovranno prendere dei voli charter.

Dunque, la Juventus si sposterà a Milano e Genova in pullman, mentre a Udine e Cagliari andrà in aereo e infine i trasferimenti a Bologna e Sassuolo dovrebbero avvenire in treno. Una volta arrivati a destinazione i bianconeri si sposteranno in hotel e dovranno dormire in camere singole. Inoltre, la Lega di Serie A consiglia alle squadre di riservare interi piani degli alberghi e le sale dove si mangerà dovranno essere a uso esclusivo e con self service. Infine, i club italiani chiederanno agli hotel di avere degli ingressi dedicati e a uso esclusivo e i giocatori dovranno prendere le scale per raggiungere le loro stanze. Chi vorrà prendere l’ascensore dovrà prenderlo singolarmente e con i dispositivi di protezione per schiacciare i tasti.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!