Fiorentina-Brescia aprirà la ventisettesima giornata di Serie A, dubbi importanti per Iachini e Diego Lopez nelle probabili formazioni di lunedì sera. I due giocatori con più talento rischiano di non esserci, Ribery e Tonali sono infatti alle prese con alcuni problemi fisici che potrebbero costringere i due allenatori a lasciarli fuori, almeno dall’inizio. Sicure le assenze degli infortunati Cistana, tra le rondinelle, e Kouamè nei viola.

Le probabili formazioni di Fiorentina-Brescia: viola con il dubbio Ribery

Le probabili formazioni di Fiorentina-Brescia non sono quindi così facile da indovinare.

In casa viola Iachini va verso la conferma del 3-5-2 con Dragowski in porta, il trio difensivo schierato per proteggerlo dovrebbe essere composto da Milenkovic, Pezzella e Caceres, con il sudamericano ormai completamente recuperato. Nessun dubbio sulle fasce con Lirola che si schiererà a destra e Dalbert, a entrambi il solito compito di giocare a tutto campo e occuparsi sia della fase difensiva che offensiva. Il primo dubbio della vigilia per i toscani riguarda il regista con Pulgar che appare in vantaggio su Badelj, mentre le mezzali sono già state scelte e saranno Castrovilli e Duncan.

Il vero rebus della vigilia in casa Fiorentina riguarda però l’attacco. Franck Ribery scalpita, la caviglia è guarita e negli ultimi allenamenti non ha dato problemi ma lo staff medico non sembra intenzionato a dare il via libera per la partenza nei titolari.

L’infortunio è stato grave, il recupero molto delicato e rischiarlo adesso non sembra essere una grande idea visto che da qui a fine luglio si giocherà praticamente ogni tre giorni. Così anche Iachini si sta convincendo che il francese possa partire dalla panchina lasciando solo il gemello Chiesa. Al fianco dell’azzurro il ballottaggio è sempre lo stesso con Vlahovic ad oggi favorito su Cutrone.

Brescia, Tonali a rischio per la sfida alla Fiorentina

Notti agitate anche per Diego Lopez in vista di Fiorentina-Brescia dopo che Sandro Tonali è stato colpito duro nell’amichevole di metà settimana con l’Udinese. Il regista ieri ha svolto gli esami del caso che hanno evidenziato una forte contusione al polpaccio, niente di grave ma la sua presenza appare a forte rischio, almeno dal fischio d’inizio.

Nella probabile formazione bresciana al suo posto viene indicato da più parti Dessena come sostituto con Bisoli e Bjarnason ai fianchi dell'esperto centrocampista e Zmrhal trequartista a completare il rombo in mediana delle rondinelle. Davanti a Joronen, nella difesa a quattro, Diego Lopez deve fare fronte all’assenza del giovane e promettente Cistana, così la coppia di centrali dovrebbe essere formata da Mangraviti, in leggero vantaggio su Gastaldello, e Mateju.

In attacco il Brescia sarà orfano di Mario Balotelli, che dopo le polemiche delle ultime settimane sicuramente non sarà della partita. Nella coppia offensiva è inamovibile Torregrossa ma resta tutto da decifrare il nome del suo compagno di reparto.

La corsa alla maglia da titolare vede Donnarumma in pole position ma attenzione ad Ayè, le cui quotazioni sono in leggero rialzo, mentre la terza via, quella meno probabile a dire il vero, porta a Skrabb. Lunedì 22 giugno alle 19,30 Fiorentina-Brescia riapre dopo oltre 100 giorni il campionato dei viola e delle rondinelle con Iachini che deve arrivare il prima possibile a quota 40 punti e i lombardi alla disperata ricerca di punti per provare a centrare una salvezza che al momento sembra davvero irraggiungibile.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Fiorentina
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!