L'assemblea degli azionisti della Juventus, svoltasi in maniera virtuale per l'emergenza sanitaria, è stata occasione per Andrea Agnelli di discutere di diverse tematiche dell'ultima stagione. Il massimo dirigente bianconero ha approvato il bilancio d'esercizio, in negativo di circa 80 milioni di euro. Una perdita finanziaria che sarà interamente coperta dalla riserva da sovrapprezzo azioni. Ha poi parlato dell'importanza di avere effettuato l'aumento di capitale da 300 milioni di euro, che è servito ad affrontare questo periodo storico difficile dal punto di vista sanitario ed economico. Agnelli ha poi parlato delle delusioni stagionali dichiarando: "Sono deluso delle due finali perse".

Evidente il riferimento a Supercoppa Italiana (contro la Lazio) e Coppa Italia (contro il Napoli).

Elogi anche all'ex tecnico della Juventus Maurizio Sarri, che ha definito "un'ottima persona con un grande senso dell'umorismo". Ha dichiarato che sarà ricordato come un tecnico vincente della storia della Juventus aggiungendo però che è mancata l'alchimia con lo spogliatoio. Questo avrebbe portato quindi all'esonero del tecnico toscano. Altro argomento di discussione Andrea Pirlo, diventato inaspettatamente nuovo tecnico della Juventus.

Pirlo ed il giudizio della critica

Andrea Agnelli ha poi dedicato anche un pensiero al nuovo tecnico della Juventus Andrea Pirlo. Ha infatti dichiarato: "Ho la sensazione che non si veda l'ora di giudicare Pirlo per un paio di sconfitte".

Il massimo dirigente bianconero si è poi soffermato sul nuovo staff tecnico, formato da Pirlo, Gagliardi, Baronio e Tudor. A questi poi si è aggiunto anche il ritorno del preparatore Bertelli. Un team che si è andato ad integrare con gli altri professionisti già presenti nello staff bianconero. Sull'argomento Agnelli ha dichiarato: "Credo sia il primo staff moderno con ognuno che ha consapevolezza del ruolo e si muove in autonomia".

Secondo il massimo dirigente bianconero questa nuova modalità sarà lo staff ideale dei futuri campioni.

Agnelli su Paratici e Cherubini

Il presidente Andrea Agnelli ha ufficializzato la nomina di Federico Cherubini come Football Director al posto di Fabio Paratici. Il dirigente emiliano rimane però a capo dell'area sportiva e della prima squadra della Juventus.

Sui due dirigenti il massimo dirigente bianconero ha sottolineato che siano in scadenza di contratto a giugno 2021. Allo stesso tempo ha ricordato come abitualmente la società bianconera discuta i rinnovi in primavera e che quindi la firma del contratto è rimandata al 2021. A proposito del mercato, il presidente Agnelli ha aggiunto che sarà importante utilizzare la creatività evitando spese pesanti. La crisi economica ha evidentemente condizionato e condizionerà non solo la Juventus ma tutte le società europee. Basti notare il Real Madrid, che ha deciso di non effettuare investimenti durante il calciomercato estivo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!