Rientrato in Coppa Italia contro il Torino dopo un lungo infortunio, Zlatan Ibrahimovic è pronto a riprendersi la titolarità nel settore avanzato del Milan. Le ambizioni della punta svedese rimangono sempre solite, ovvero vincere titoli. La conferma arriva da una recente intervista che il giocatore del Milan ha voluto concedere a un un giornale sportivo italiano. In riferimento alla fine del girone d'andata (prevista fra due giornate), Zlatan Ibrahimovic ha dichiarato: "A me non interessa il titolo d'inverno ma quello vero". Evidente il riferimento alla volontà di voler provare a vincere lo scudetto con il Milan, nonostante la forza di avversarie come Inter, Roma e Juventus.

Il Milan deve giocare la Champions League

La punta Zlatan Ibrahimovic ha poi sottolineato che non è normale che una società come quella rossonera sia fuori dalla Champions League da sette anni. Ibrahimovic ha aggiunto: "Forse in questi anni ci sono state tante cose anche fuori dal campo, se non c'è stabilità societaria non può esserci neanche nella squadra". La conferma di Pioli la scorsa stagione è stata importante per tutta la squadra. Sul tecnico la punta svedese ha dichiarato: "Ha fiducia in me e mi fa stare bene. È un grande gentleman, ha dimostrato di essere da grande squadra".

Zlatan Ibrahimovic su Superlega e Var

In merito al suo futuro professionale Ibrahimovic ha dichiarato che finché starà bene continuerà a giocare. Ha poi aggiunto che non ha voluto firmare un contratto lungo, l'idea è lasciare più flessibilità e decidere in piena libertà.

La punta svedese ha voluto parlare anche di tematiche diverse dal calcio giocato, in particolar modo dell'idea della Superlega. Secondo Ibrahimovic il nuovo format che andrà a competere con la Champions League è solo una lotta fra Uefa e Fifa "per far vedere chi è più potente". Elogi invece all'utilizzo della tecnologia sui campi da gioco. Sulla Var lo svedese ha dichiarato: "Si sta andando nella direzione giusta".

Ha poi voluto elogiare Chiellini, definendolo ''animale'' in quanto ha una mentalità che ti motiva. Ha poi sottolineato che apprezza i duelli leali, senza far male.

L'importanza del segnare e nel far segnare gol

Zlatan Ibrahimovic ha sottolineato che una punta deve saper far gol ma anche far segnare. A tal riguardo ha dichiarato: "È una delle mie responsabilità, segnare e far segnare.".

La punta svedese ha poi dichiarato che si sente un leader in campo anche in considerazione del fatto che la rosa del Milan è ricca di giovani. Ha aggiunto: "Dieci anni fa c'era un'altra situazione e un'altra rosa". Infine ha rimarcato il fatto che con i sacrifici arrivano i risultati, ma ha ribadito che i successi del Milan non dipendono tutti da lui.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!