Si è da poco concluso l'anticipo della quindicesima giornata di Serie A, il cosiddetto "lunch match", tra Inter e Crotone sul risultato finale di 6-2. Nel primo tempo sono arrivate quattro marcature con Lautaro e l'autogol di Marrone per i padroni di casa, mentre per gli ospiti sono andati a segno Zanellato e Golemic su rigore; nella ripresa arrivano altri due gol di Lautaro Martinez (autore quindi in tutto di una tripletta), Lukaku e Hakimi. La classifica ora vede la squadra di Antonio Conte in testa alla classifica con 36 punti, a più due sul Milan, che giocherà alle ore 18 a Benevento, mentre i rossoblu restano penultimi con 9 punti.

In settimana si gioca di nuovo con il turno infrasettimanale. Il 6 gennaio i nerazzurri affronteranno la Sampdoria allo stadio Ferraris di Genova alle ore 15, mentre i calabresi, sempre alle 15, ospiteranno allo Scida la Roma.

La partita

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, si affida al solito 3-5-2, e in mezzo al campo, al fianco di Brozovic e Barella, Vidal vince il ballottaggio con Sensi. La coppia d'attacco è formata dagli intoccabili Lautaro Martinez e Romelu Lukaku, con Hakimi e Young come esterni.

Nel primo tempo l'Inter parte male e dopo 12' va anche sotto con Zanellato che di testa insacca su azione da calcio d'angolo. Una rete che scuote i nerazzurri che poco dopo, al 20', trova il pareggio con Lautaro Martinez, che viene servito da Lukaku e di destro fulmina Cordaz.

I padroni di casa insistono e trovano anche il gol del vantaggio al 31' con Barella che sulla fascia mette in mezzo e Marrone, nel tentativo di anticipare Lautaro, insacca nella propria porta. Passano pochi minuti e ancora il Toro va vicino al gol su assist di Lukaku, salta il difensore ma il tiro viene neutralizzato da Cordaz.

Al 36', però, c'è la clamorosa ingenuità di Vidal, che interviene in ritardo su Reca e procura il rigore che Golemic non sbaglia.

Nel secondo tempo l'Inter vuole i tre punti e la partita cambia con l'ingresso di Stefano Sensi al posto di Vidal, sicuramente il peggiore in campo. Al 57' arriva il gol del vantaggio sempre con Lautaro Martinez che, servito da Brozovic, non sbaglia.

I nerazzurri non commettono l'errore del primo tempo e chiudono la partita segnando la quarta rete con Romelu Lukaku, servito da Bastoni, parte inarrestabile, con Luperto che prova a trattenerlo ma non basta, il belga se ne va e - a "tu per tu" con Cordaz - non sbaglia al 64'. "Big Rom" poi accusa un problemino muscolare e lascia il posto a Perisic. Proprio il croato propizia il quinto gol al 78', con un doppio passo in area conclude in porta, Cordaz respinge, ma lì c'è sempre Lautaro, che di testa segna la sua tripletta personale. Nel finale gloria anche per Achraf Hakimi, che di sinistro non sbaglia su assist di Darmian.

Le pagelle dei nerazzurri

Queste le pagelle dell'Inter del match appena concluso:

Handanovic 6: Non può nulla sui gol del Crotone.

Skriniar 7: Conferma di essere tornato sui suoi livelli, insuperabile, prova anche a far ripartire spesso l'azione.

De Vrij 6,5: L'olandese si muove sempre bene in fase difensiva.

Bastoni 6,5: Salvataggio incredibile a inizio gara su Messias.

Hakimi 7: Altra ottima prestazione, coronata dal quinto gol personale in campionato.

Vidal 4,5: Mai incisivo, procura anche il rigore sul Reca del 2-2. Viene sostituito nell'intervallo.

Brozovic 6: Corre tanto anche se a volte è poco lucido. Trova l'assist sul terzo gol.

Barella 6,5: Ha il merito di propiziare l'autogol di Marrone.

Young 5: Soffre troppo Pereira.

Lautaro 8: Comincia il 2021 con una prestazione sontuosa: segna una tripletta e propizia un'autorete.

Lukaku 6,5: Trova un assist sublime per il gol di Lautaro e segna un grande gol che chiude la gara.

Sensi 6,5: Il suo ingresso cambia la partita in positivo per i nerazzurri.

Perisic 6,5: Con un bel doppio passo propizia la quinta rete.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!