Si è da poco concluso il match valido per i quarti di finale di Coppa Italia allo stadio Meazza tra Inter e Milan sul risultato finale di 2-1, con i nerazzurri che strappano il pass per la semifinale, dove affronteranno la vincente tra Juventus e Spal. Nel primo tempo Ibrahimovic porta avanti i rossoneri al 31', ma nella ripresa Lukaku e Eriksen regalano la qualificazione alla squadra di Antonio Conte.

La partita

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, conferma il solito 3-5-2 ma cambia qualcosa rispetto a quanto visto contro l'Udinese. In attacco c'è Sanchez al fianco di Lukaku, mentre sugli esterni spazio a Darmian e Perisic.

Confermata la cerniera di centrocampo con Vidal, Brozovic e Barella, mentre in difesa Kolarov fa rifiatare Bastoni. Anche Stefano Pioli non cambia modulo, con il suo Milan che si schiera con il 4-2-3-1. Ibrahimovic guida l'attacco, con Leao, Diaz e Saelemaekers a supporto.

Nel primo tempo il Milan parte forte e sfiora subito il gol, dopo un minuto, con Rafael Leao, che tira di poco a lato. L'Inter prova a reagire e con Lukaku sfiora la rete del vantaggio, con il belga che difende palla in area, si libera di Romagnoli e di sinistro trova un attento Tatarusanu. Sono i rossoneri a passare in vantaggio con Zlatan Ibrahimovic, che si libera e di destro trova l'angolino al 31'. I nerazzurri reagiscono e vanno vicino al pareggio con Sanchez, ma Theo Hernandez salva sulla linea.

Nel finale rissa sfiorata tra Lukaku e Ibrahimovic, in seguito ad una provocazione dello svedese, e per questo l'arbitro ammonisce entrambi.

Nel secondo tempo l'episodio chiave arriva al 58', con l'espulsione di Ibrahimovic. Lo svedese interviene da dietro su Kolarov, doppio giallo e rosso inevitabile. L'Inter, a quel punto, cambia i giri del motore e al 71' arriva il pareggio di Romelu Lukaku su calcio di rigore, procurato da Barella, che viene atterrato da Rafael Leao.

I nerazzurri dominano e sfiorano il raddoppio con Lautaro Martinez e con Lukaku ma in entrambi i casi c'è uno straordinario Tatarusanu a salvare il risultato. Il rumeno, però, non può nulla quando al 95', in pieno recupero Christian Eriksen, entrato al posto di Brozovic, su punizione insacca il gol che vale la qualificazione.

Le pagelle dei nerazzurri

Queste le pagelle del match appena concluso per quanto riguarda l'Inter:

Handanovic 6: Non può nulla sul gol di Ibrahimovic.

Skriniar 6,5: Tiene bene Leao, che per trovare spazio prova ad accentrarsi.

De Vrij 5,5: Soffre la fisicità di Ibrahimovic.

Kolarov 5,5: Parte bene ma ha grandi colpe sul gol di Ibra, tardando la chiusura, leggermente meglio nella ripresa.

Darmian 5: Timido in fase offensivo, anche impreciso in alcune circostanze.

Barella 6,5: Solita partita di grande sacrificio.

Brozovic 6,5: Uno dei più in forma, dà una mano sia in fase di impostazione che in fase difensiva.

Vidal 6: Prestazione sufficiente del cileno.

Perisic 5,5: Quando riesce a puntare Dalot l'Inter diventa pericolosa, ma ci riesce poche volte.

Sanchez 6,5: Il più in forma del reparto avanzato.

Lukaku 7: Dimostra grande leadership, trovando il gol del pareggio e caricando i compagni.

Hakimi 6,5: Il suo ingresso in campo cambia la partita, con il marocchino che crea spesso la superiorità in fase offensiva.

Lautaro 6,5: Entra bene in partita.

Eriksen 7: Un gol che dà morale e chissà che non possa rappresentare la svolta della sua avventura in nerazzurro.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!