Uno dei giocatori che sicuramente caratterizzerà la prossima sessione di calciomercato è sicuramente Paulo Dybala. L'argentino avrebbe rotto definitivamente con la Juventus e il fatto che l'altra sera sia stato beccato dopo il coprifuoco a casa di McKennie insieme a Arthur e altri amici avrebbe rappresentato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il contratto in scadenza a giugno 2022, poi, non fa altro che alimentare i rumors su un suo ipotetico addio ai bianconeri. Il suo futuro è ancora incerto ma un club che sarebbe sicuramente interessato a lui è l'Inter, con l'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, che è legato a doppio filo alla Joya.

L'Inter pensa a Dybala

L'Inter non avrebbe perso di vista Paulo Dybala in vista della prossima sessione di calciomercato. Come detto, il legame tra la Joya e l'amministratore delegato dei nerazzurri, Giuseppe Marotta, è molto forte. Fu proprio il dirigente, quando era alla Juventus, a portarlo a Torino, acquistandolo dal Palermo per 40 milioni di euro. E al momento del suo addio ai bianconeri, come rivelato da Fabrizio Biasin nei giorni scorsi, i due si sarebbero fatti la promessa di tornare a lavorare insieme.

Un ricongiungimento che potrebbe arrivare proprio nei prossimi mesi. L'argentino sarebbe in rotta con la Juventus e l'addio al termine di questa stagione sembra quasi inevitabile. Il giocatore, tra l'altro, ha il contratto in scadenza a giugno 2022 e le trattative per il rinnovo stentano a decollare e proprio per questo motivo i bianconeri non vogliono rischiare di perderlo a parametro zero.

Il rendimento della Joya, tra l'altro, in quest'annata è stato sicuramente al di sotto delle aspettative dopo che lo scorso anno era stato premiato come miglior giocatore della Serie A. Sono undici le presenze raccolte in questo campionato, mettendo a segno due reti, a fronte di cinque partite disputate in Champions League, con un gol all'attivo contro il Ferencvaros.

L'idea di Marotta

Non sarà semplice riuscire ad arrivare a Paulo Dybala per l'Inter, visto che la Juventus è chiaramente restia a cedere uno dei migliori elementi alla diretta rivale. Un ruolo importante, però, lo avrà la volontà del giocatore e il suo rapporto con Giuseppe Marotta. Alla luce del contratto in scadenza tra poco più di un anno e un rendimento sicuramente al di sotto delle aspettative, anche la valutazione dell'argentino ne risentirà e per questo motivo difficilmente i bianconeri potranno chiedere una cifra superiore ai 40 milioni di euro per il suo cartellino.

Una cifra abbordabile per i nerazzurri, che potrebbero anche provare a mettere sul piatto una contropartita tecnica, magari provando a proporre uno tra Eriksen e Sensi, visto che la Paratici e Nedved sono alla ricerca di rinforzi che possano alzare il tasso tecnico del centrocampo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!