La Juventus a fine stagione dovrà risolvere la situazione contrattuale dei giocatori arrivati in prestito con diritto di riscatto lo scorso Calciomercato estivo. L'unico giocatore acquistato definitivamente fino ad adesso è stato il centrocampista ex Schalke 04 Weston McKennie, diventato nelle scorse settimane a tutti gli effetti un giocatore bianconero. Dovrebbe arrivare il riscatto definitivo anche di Federico Chiesa, protagonista di una grande stagione nella Juventus. Da valutare invece l'eventuale acquisto di Alvaro Morata, arrivato lo scorso calciomercato estivo in prestito oneroso (10 milioni di euro) più diritto di riscatto a 45 milioni di euro dall'Atletico Madrid.

La Juventus può però rinnovare il prestito per un'altra stagione (pagando ulteriori 10 milioni) e acquistarlo a giugno 2022 per circa 35 milioni di euro. Da parte della società bianconera non ci sarebbe intenzione di spendere un totale di 55 milioni (fra prestito e riscatto) per lo spagnolo. Per questo avrebbe chiesto lo sconto all'Atletico Madrid, o comunque la possibilità di un inserimento di una contropartita tecnica per attutire l'esborso cash. La Juventus vorrebbe offrire il cartellino di Douglas Costa.

La Juventus potrebbe offrire Douglas Costa come contropartita per Morata

La Juventus vorrebbe offrire una contropartita tecnica all'Atletico Madrid per diminuire l'esborso economico da presentare agli spagnoli per l'acquisto definitivo di Morata.

Sarebbe considerata eccessiva la valutazione di mercato del cartellino dello spagnolo. Di conseguenza una delle possibilità potrebbe essere l'inserimento di Douglas Costa più una somma cash per arrivare all'acquisto definitivo della punta spagnola. La trattativa potrebbe essere definita sulla base di circa 30 milioni più il cartellino del brasiliano.

In questo modo la società bianconera, oltre a risparmiare sull'acquisto di Morata, andrebbe ad alleggerire anche il monte ingaggi cedendo Douglas Costa. Quest'ultimo attualmente è in prestito al Bayern Monaco, ma la società bavarese difficilmente lo riscatterà ed è destinato a ritornare a Torino. Di conseguenza la Juventus potrebbe essere costretta a sostenere il costo d'ingaggio del giocatore fino a giugno 2022 (scadenza del suo contratto) da 6 milioni di euro netti a stagione.

Bernardeschi possibile contropartita tecnica per Morata

Non è da scartare neanche la possibilità che la Juventus possa inserire un'altra contropartita tecnica per l'acquisto di Morata. Al tecnico dell'Atletico Madrid Diego Pablo Simeone piacerebbe molto Federico Bernardeschi, che a questo punto potrebbe essere inserito nella trattativa. Anche in questo caso (come nell'eventualità di un inserimento di Douglas Costa) la Juventus potrebbe aggiungere alla contropartita tecnica circa 30 milioni di euro.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!