La Juventus, negli ultimi giorni di mercato, ha deciso di riprendersi Moise Kean. Il giocatore classe 2000 è arrivato per rimpolpare numericamente l'attacco dopo l'addio di Cristiano Ronaldo. Ma in casa Juventus qualche piccolo atteggiamento del passato aveva lasciato qualche perplessità sul ritorno di Moise Kean. I senatori bianconeri, però, come ha rivelato Tuttosport, hanno garantito per il suo ritorno a Torino. I giocatori più rappresentativi della Juventus hanno chiamato lo stesso Kean per sottolineare che avrebbero messo una buona parola per riaccoglierlo in rosa.

Il ragazzo, dal canto suo, ha rassicurato i senatori della Juventus. Il gruppo storico bianconero adesso si aspetta che Kean possa ripagare la loro fiducia.

Kean in, CR7 out

Moise Kean è tornato alla Juventus negli ultimi giorni di mercato e per il suo ritorno sono stati decisivi i senatori bianconeri. Il ragazzo, adesso, è in nazionale e riprenderà a lavorare alla Continassa solo dopo l'8 settembre. Massimiliano Allegri, dunque, potrà contare su di lui solo a partire dalla prossima settimana e soprattutto spera possa garantire un buon bottino di gol vista la partenza di Cristiano Ronaldo. In questi giorni, si sta parlando molto dell'addio di CR7 e in particolare "Il Giornale" si è soffermato suo discorso di commiato del portoghese.

Ronaldo avrebbe salutato così la Juventus: "Grazie per la pazienza che avete avuto".

Adesso, però, il club bianconero dovrà lasciarsi alle spalle l'avventura con CR7 e pensare solamente a ritrovare la strada perduta. L'avvio di stagione non è stato dei migliori e alla ripresa della Serie A la Juventus dovrà affrontare prima il Napoli e poi il Milan, in mezzo ci sarà anche la Champions League e in particolare il match contro il Malmoe.

Dunque, Massimiliano Allegri non avrà grande tempo per lavorare, ma il suo obiettivo sembra essere quello di blindare la difesa il più in fretta possibile. Una delle soluzioni per evitare di subire dei gol sarebbe quella di riproporre una retroguardia a tre con Matthijs De Ligt, Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini.

La Juventus continua a lavorare

Questi sono giorni complicati per Massimiliano Allegri. Infatti, alla Continassa il gruppo è sprovvisto di ben 17 nazionali. Perciò il tecnico livornese non riesce a lavorare come vorrebbe, ciò nonostante la squadra lavora quotidianamente e si divide tra campo e palestra. Per sopperire alle assenze dei nazionali la squadra si è allenata in maniera congiunta con l'Under 23. La Juventus ritroverà i nazionali solo dalla metà della prossima settimana e probabilmente per il match di Napoli Massimiliano Allegri non potrà contare sui sudamericani visto che giocheranno fino al 10 settembre ovvero un giorno prima della sfida contro i partenopei.