La Juventus nel recente Calciomercato estivo ha lasciato partire diversi giocatori importanti, uno su tutti Paulo Dybala. Una partenza che è stata criticata da diversi sostenitori bianconeri, che avrebbero voluto l'argentino ancora diverse stagioni a Torino. Alla fine però non è arrivato il prolungamento di contratto e Dybala ha lasciato a parametro zero la società bianconera accettando l'offerta della Roma. L'argentino si è recentemente infortunato nel match contro il Lecce nel calciare un rigore, poi segnato dal giocatore. Un infortunio muscolare che potrebbe portarlo a saltare il mondiale.

A parlare del mancato prolungamento di contratto dell'argentino con la Juventus è stato Guido Vaciago, il direttore di Tuttosport ha spiegato che Dybala non avrebbe rotto con Massimiliano Allegri ma con la società bianconera. D'altronde la Juventus non ha confermato la volontà di prolungargli il contratto cambiando idea in poco tempo,. Evidente il riferimento di Vaciago all'intervista nel post match di Roma - Betis Siviglia, in cui Dybala ha specificato che Allegri è stato uno degli allenatori che lo ha aiutato nella crescita come giocatore. Secondo Vaciago in questo momento il problema della Juventus non è l'assenza di un giocatore come Dybala ma la poca maturità e sicurezza in sé stessi da parte dei giocatori.

Il giornalista Vaciago ha parlato di Dybala e della Juventus

'La rottura credo sia stata con la società, non con Allegri. Certo, un allenatore di teste come Mou è forse l’allenatore più adatto a sbloccare certe immaturità che aveva Dybala, forse è l’allenatore giusto per far splendere il suo talento'. Queste le dichiarazioni di Guido Vaciago in una recente intervista, il direttore di Tutosport ha parlato in riferimento all'intervista di Dybala nel post Roma - Betis Siviglia, in cui ha parlato di Allegri come un tecnico che lo ha aiutato nella crescita come giocatore.

Il direttore di Tuttosport ha parlato anche della situazione della Juventus aggiungendo: 'Milik, Vlahovic stanno facendo il loro in un contesto che funziona poco. Non manca Dybala, manca qualcos’altro alla Juve, un po’ di maturità, coraggio, sicurezza in se stessi, di talento ce n’è tanto'. Parole importanti quelle di Vaciago, che confermano come i giocatori bianconeri stiano vivendo un momento difficile non solo dal punto di vista tecnico ma anche personale.

La sconfitta contro il Milan è solo la conferma di come i problemi ce ne siano molti.

Il futuro professionale di Allegri potrebbe dipendere dai match contro il Maccabi Haifa e il Torino

La Juventus potrebbe decidere anche di esonerare Massimiliano Allegri nel caso in cui la squadra bianconera non dovesse vincere contro il Maccabi Haifa e contro il Torino. Soprattutto il match contro gli israeliani è importante per la qualificazione agli ottavi di finale ma bisogna anche cercare di diminuire la distanza in campionato dal Napoli.