Intervistato da Piers Morgan (giornalista del Sun), Cristiano Ronaldo si è tolto qualche sassolino dalla scarpa. Il calciatore portoghese ha rivelato di essersi sentito tradito dal Manchester United, dall'allenatore e da alcuni dirigenti. Il 37enne ha riferito di avere scelto di vuotare il sacco a pochi giorni dal Mondiale in Qatar, perché è giusto che i tifosi sappiano cosa sta accadendo nei Red Devils.

La stoccata ai Red Devils

Ronaldo non ha usato mezzi termini nei confronti del club in cui gioca: "Mi sono sentito tradito da tutti loro". L'attaccante portoghese ha spiegato che alcune persone avrebbero cercato in tutti i modi di allontanarlo dai Red Devils, trasformandolo in un capro espiatorio.

Il 37enne ha precisato che il suo sfogo non riguarda solamente l'attuale allenatore, ma anche alcuni dirigenti: "Ho sentito che ci sono persone che non mi vogliono al Manchester United".

Cristiano Ronaldo nel 2021 immaginava il ritorno ai Red Devils come una favola, ma così non è stato. Stando a quanto trapela dall'intervista del portoghese, Sir Alex Ferguson aveva sconsigliato il calciatore a tornare nel club dove aveva militato e vinto la Champions League. Ma lui decise invece di andare: "Tornando, pensavo che avrei trovato cose diverse, invece allo United è come se il tempo si fosse fermato. A livello tecnologico, di strutture, non è cambiato niente. Nemmeno la palestra o la jacuzzi, nemmeno i cuochi.

Ho trovato le stesse cose di quando avevo 22-23 anni".

I problemi di CR7 con gli allenatori

CR7 ha detto: "Ten Hag? Non lo rispetto, perché lui non ha rispettato me". Il tecnico olandese, in più occasioni, ha rimproverato il calciatore di avere una forma fisica non adeguata, perché non ha seguito la squadra durante la preparazione estiva.

Inoltre secondo il 37enne, alcuni dirigenti avrebbero dubitato che la figlia di Cristiano e Georgina stesse male: "La mia famiglia è tutto per me, ancora di più dopo quello che abbiamo passato quest'anno". I due coniugi durante la gravidanza di Georgina hanno perso uno dei due gemelli che era in grembo.

A finire nel mirino del calciatore c'è anche Ragnick che da direttore sportivo un anno fa passò ad allenare il club: "Quando è arrivato non sapevo nemmeno chi fosse".

Il futuro di CR7

Oggi Cristiano Ronaldo ha in testa solo il Mondiale di calcio in Qatar: "Voglio vincere per il Portogallo". Una volta terminata la competizione iridata, l'attaccante vuole tornare in Inghilterra e sistemare una volta per tutte la situazione da "separato in casa" con il Manchester United.

Il calciatore ha spiegato di avere vuotato il sacco per i tifosi: "Meritano di sapere la verità". Secondo lui, infatti, i tifosi sono la cosa più importante nel mondo del calcio poiché i calciatori giocano per loro e dunque meritano rispetto.