È iniziata una nuova settimana per tutti coloro che - semplici fan o addetti ai lavori - attendono il nuovo Top di gamma di casa Samsung: il Galaxy S8. In questi ultimi giorni sono già trapelate due notizie molto interessanti che vi abbiamo opportunamente riportato in precedenza. La prima riguarda la data d'uscita dello Smartphone, che sarà nei negozi dal 21 aprile; la seconda invece è inerente la batteria del Galaxy S8 Plus che sarà da 3,500 mAH.

Nelle ultime ore, però, è emersa una nuova indiscrezione circa il motivo per cui il sensore delle impronte digitali ottico non sarà presente nel display del device.

L'azienda coreana, infatti, ha deciso di spostare il tradizionale lettore di impronte digitali sul retro del telefono. Inizialmente si era pensato che questa scelta fosse stata effettuata come diretta conseguenza dell'eliminazione del tasto Home fisico. In realtà la ragione è un'altra: vediamo di cosa si tratta.

Galaxy S8: ritardi nello sviluppo della nuova tecnologia

L'anticipazione (non ufficiale) è stata riportata, come spesso accade, da "Sammobile". Le foto, le immagini e i video trapelati in queste settimane, ci hanno confermato che il sensore delle impronte digitali si troverà nel retro del telefono. Secondo alcuni esperti del settore si tratta di una scelta coraggiosa, perché molti utenti potrebbero trovarlo scomodo da utilizzare.

Tuttavia, pare che Samsung e l'azienda Synaptics non abbiano avuto abbastanza tempo per implementare questa nuova funzione. La società sudcoreana ha investito molte risorse nella tecnologia nascente Synaptics, ma pare che fino ad ora i risultati non siano stati soddisfacenti. Pertanto, con l'avvicinarsi della data ufficiale d'uscita dello smartphone, si sarebbe preferito prendere una decisione piuttosto drastica per garantire la produzione di massa.

Samsung avrebbe fatto il possibile per sviluppare un sensore di impronte digitali ottico da inserire nel display del Galaxy S8, ma Synaptics non sarebbe riuscita ad introdurre la tecnologia in tempo.

Galaxy S8 si rifarà con Iris scanner e riconoscimento volto

Comunque, poco male. Samsung si rifarà con altre tecnologie avanzate per sbloccare il telefono.

Sono attese, infatti, la scansione dell'iride e il riconoscimento del volto. Indubbiamente, la mancanza del sensore impronte digitali ottico nel display sarà una brutta ferita per la multinazionale sudcoreana, anche se nel display stesso verrà inserito il tasto Home. Ad ogni modo, è probabile che il colosso coreano decida di provvedere all'implementazione di quest'ulteriore tecnologia nel prossimo flagship.

Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la pagina Samsung
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!