Oggi abbiamo avuto la possibilità di poter testare e analizzare per bene uno degli smartphone più innovativi del recente panorama internazionale; ci riferiamo al ‘Jelly Pro’, apparecchio della Unihertz che si distingue dagli altri competitors per alcune caratteristiche uniche nel suo genere. Qui di seguito andiamo a elencare i pro e contro di questo prodotto.

Recensione dell’Unihertz Jelly Pro

La nota multinazionale cinese ha sede a Shanghai e ha attirato verso di sé l’interesse internazionale proprio per la peculiarità del suo Jelly Pro: quest’ultimo è infatti lo smartphone 4G [VIDEO] più piccolo del mondo. Questo Android LTE ha uno schermo da 2,45 pollici, con una risoluzione di duecentoquarantatre per trecentoventi pixel ed ha una lunghezza di poco superiore di nove centimetri.

Si vede abbastanza bene anche all’aperto, nonostante non si possa paragonare con altri telefoni di ben altre dimensioni. È logico che ci si deve accontentare, ma il risultato è tutto sommato più che positivo. Queste misure possono rappresentare un problema per la vista, anche se è dotato di tutte le funzionalità di qualunque altro smartphone in commercio. Il Jelly Pro ha un processore Mediatek 6735 quad core (cioè dotato di quattro unità di elaborazione) da 1,1 gigahertz con due gigabyte di RAM.

La memoria interna invece è di sedici gigabyte, mentre nella versione precedente di questo apparecchio era solo di 1GB+8GB, ora non più disponibile per la vendita. Stiamo parlando inoltre di un telefono che è dual SIM, dove in aggiunta c’è un secondo slot non condiviso MicroSD. L’Unihertz Jelly Pro possiede ben due fotocamere, quella anteriore da due megapixel e una posteriore da otto megapixel.

Non è l’ideale per autoscatti di grande qualità, ma viste le ridotte dimensioni non si può chiedere di più.

La multinazionale asiatica ha dotato il suo prodotto di una batteria da novecentocinquanta mAh e garantisce quasi una giornata intera di autonomia a media intensità, potendo ricorrere a diverse modalità di risparmio energetico. Possiamo rispondere alla messaggistica su Whatsapp [VIDEO], pubblicare post su Facebook e Twitter e utilizzare tutte le app che vogliamo col Jelly Pro, diventa solo un problema utilizzare i piccolissimi tasti se lo usiamo tantissimo durante l’arco quotidiano.

Il jack audio è comodo per chi vuole utilizzarlo mentre si fa sport per rilassarsi sentendo la propria musica preferita, mentre è comodo il tasto home circolare frontale. È presente un cavo usb per ricaricare questo smartphone, unica possibilità visto che non è più previsto un adattatore di carica.

In definitiva, parliamo di un buon prodotto con tanti pro e altrettanti contro, vista l’abitudine del consumatore di destreggiarsi con apparecchi di diverse dimensioni da quelle di questo Unihertz; risulta però un apparecchio più che funzionale se utilizzato come secondo telefono.