Inqueste ultime settimane abbiamo assistito, forse più dell'estateappena trascorsa, ad una serie infinita di sbarchi e di vittime tra imigranti che dal continente africano si imbarcano sfidando la sortepur di fuggire dalla propria terra ed approdare nel continenteeuropeo: Lampedusa è il caso più eclatante.

Ilsindacato dei pompieri Conapo ha fatto presente con più note come ilCorpo Nazionale, tra i suoi compiti istituzionali primari, abbia lasalvaguardia della vita umana, avendo le potenzialità per farlo almeglio. Eppure il servizio di salvaguardia delle vite umane durantele tragedie del mare risulta monco.

Infatti tutta la costa sud dellaSicilia, da Trapani a Siracusa, 400 chilometri di costa, risultapriva di un distaccamento portuale.

Certosi dirà che di forze nautiche già ne operano abbastanza insiemealla Guardia Costiera, Guardia di Finanza, Marina Militare, nel Mediterraneo, eppure le fitte maglie dei controlli costieri durantequesta estate sono state spesso e volentieri "bucate". Non ultimoil caso di domenica notte quando un barcone con 150 migranti partitidall'Egitto sono approdati sulle coste siracusane, addirittura ibarconi sono arrivati, pieni zeppi di immigrati direttamente sullecoste agrigentine (Menfi, Contrada Kaos, Punta Bianca ad esempio,Manfria nel nisseno e Scoglitti nel ragusano) Siracusa, appunto, edaddirittura Crotonese.

Cheancora non siano avvenute tragedie proprio a ridosso della costasiciliana è stata proprio una gran fortuna, ma qualora Ilsindacato dei pompieri Conapo si verificasse nel tratto compresotra Trapani e Siracusa, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuocosarebbe incapace a portare aiuto a questa povera gente od anche adestinguere un incendio.

Alla luce degli ultimi avvenimenti accaduti il sindacato autonomo deipompieri Conapo fa sapere, con un comunicato stampa del 18 ottobre cheritiene priorità assoluta concretizzare il progetto che già nellontano 2002 era negli obiettivi del Corpo Nazionale, ossia larealizzazione del distaccamento portuale di Gela (CL) che, con il suopolo petrolchimico industriale, ha già di per sé un fondamentalemotivo trainante per l'insediamento portuale.

L'attivitàche le circostanze odierne richiedono rientra esattamente tra icompiti istituzionali dei Vigili del Fuoco. Gela è il puntostrategico oltre che per la maggiore vicinanza all'isola diLampedusa (125 miglia a fronte di circa 200 dal distaccamento piùvicino ovvero Augusta) anche per il fatto di stare esattamente allametà del tratto costiero in questione.

Nelleprossime ore, i due Ministri del governo Letta, On. Alfano e Kyenge,ad Agrigento parteciperanno ai funerali di stato dei migranti uccisidal mare, tutti quanti auspichiamo che si mettano una mano sullacoscienza per creare insieme all'Europa un punto strategico affinchéle tragedie, come quella di Lampedusa, non si verifichino più.