Una giovane rumena di 28 anni è morta nel giorno dedicato alla Festa delle Donne in Umbria per mano del fidanzato che li ha reciso la gola con un coltello e poi ha tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene dei polsi. I fatti sono accaduti ieri pomeriggio Gualdo Tadino in provincia di Perugia dove un connazionale ha tagliato la gola alla fidanzata dopo un litigio in una stanza d'albergo che il ragazzo aveva preso in affitto.

Pubblicità
Pubblicità

Ofelia Bontoiu di 28 anni era una badante presso una delle famiglie più conosciute di Perugia che viveva con i suoi genitori e 7 fratelli dopo il loro arrivo in Italia. Non è chiaro da quanto tempo conoscesse il suo carnefice ma certamente è risaputo che il loro fosse un rapporto molto tormentato tanto da affidare al suo profilo su Facebook i suoi pensieri come l'ultimo del 6 marzo prendendo spunto da Oscar Wilde: 'Regala la tua assenza a chi non da valore alla tua presenza'.

Il ragazzo era emigrato per cercare fortuna in Inghilterra mentre la ragazza non lo aveva voluto seguire. Ogni tanto tornava in Italia a cercare di convincerla come ha fatto questa volta.

Ieri pomeriggio ha invitato la fidanzata a raggiungerla in quella camera di Guado Tadino per dei chiarimenti. La badante non ha accettato di raggiungerlo lontano dalla famiglia e senza un posto di lavoro sicuro come invece aveva. Qualcosa deve essere scattato nel ragazzo che l'ha colpita con un coltello morendo dissanguata sul pavimento della camera.

Pubblicità

Il ragazzo coetaneo ha cercato di uccidersi con la stessa arma, ricoverato all'ospedale di Branca, sottoposto a delicato intervento chirurgico a collo e braccia non sarebbe in pericolo di vita. Purtroppo prima di tentare il suicidio ha oltraggiato il corpo della ragazza anche da morta, mostrando le fotografie e il video alla sorella in Romania, circostanze che la polizia non ha confermato. Il Commissario prefettizio di Gualdo Tadino Salvatore Grillo ha espresso le condoglianze alla famiglia ed a tutti i rumeni che si sono perfettamente integrati nella società umbra.

Leggi tutto