Purtroppo ogni domenica siamo abituati ad assistere sui campi di calcio a scene indegne di violenza, cattiverie varie e tanta tanta inciviltà.Per fortuna non è sempre così e la storia di Antonio Floro Flores è la dimostrazione pratica che in questo mondo c'è ancora qualcuno disposto a fare del bene.

La vicenda

E' una storia davvero bella, questa che vi racconteremo, che si sta per concludere anche con un lieto fine. Poco più di due settimane fa, era il 16 marzo, all'interno di un treno proveniente da Napoli, fermatosi alla stazione di Baiano (AV), il macchinista del treno e sua moglie sentono dei vagiti provenire da una carrozza.

Dopo un pò la clamorosa scoperta di un neonato, abbandonato sotto il sedile di un vagone.

Il bimbo viene portato subito all'ospedale di Napoli dove viene curato e le sue condizioni risultano immediatamente essere ottimali. Il bimbo viene rinominato Carmine Francesco. La storia fa il giro dei giornali e delle tv e finisce alle orecchie dell'attaccante del Sassuolo, Antonio Floro Flores. Il giocatore, assieme alla moglie, decidono prima di aiutare economicamente il bimbo per poi decidere d richiedere la domanda di affidamento, visto che nessuno si è fatto avanti per riconoscerne anche un minimo legame di appartenenza.

La richiesta di adozione

Dopo alcune settimane di attesa, sembra proprio che il piccolo Carmine Francesco avrà presto una famiglia: infatti sarà ben presto affidato al calciatore che dopo i tre figli già avuti con la moglie Michela, avrà un nuovo membro nella famiglia.La sorte ha sorriso a Carmine Francesco, da bimbo abbandonato a bimbo adottato da un calciatore, che economicamente può permettergli ogni lusso.

Felicissimo l'attaccante Floro Flores, che su Twitter ha espresso un pensiero su questa vicenda, non volendosi sentir chiamare eroe, visto che non ha fatto nulla di clamoroso, ma solo qualcosa di umano.

Ecco cosa ha scritto: "Dopo aver visto il piccolo Francesco, abbiamo seguito quello che dettava il cuore.Sono padre prima che un calciatore, non certo un eroe!".

Eroe o no, finalmente una vicenda stupenda conclusasi con un lieto fine. Come detto, la dimostrazione che nel mondo c'è ancora qualcuno che è disposto a fare del bene.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto