Finalmente arriva la bella notizia sulla salute di Michael Schumacher: è uscito dal coma, dopo 155 lunghissimi giorni di agonia per lui e i familiari, e ha lasciato l'ospedale di Grenoble.

Trasferito in Svizzera, a Vaud, la notizia in men che non si dica ha fatto il giro del mondo dopo un comunicato stampa.

La famiglia ha voluto ringraziare in pubblico tutto lo staff di medici, infermieri e i fisioterapisti di Grenoble, per essere riusciti a salvare la vita a Michael dopo l'incidente. La situazione clinica del pilota è stata per lungo tempo a rischio: arrivavano notizie che spesso facevano presagire il peggio, vere o presunte, ma grazie al lavoro svolto dall'ospedale di Grenoble il campione ha superato il momento difficile.

Darcy Christen, portavoce del Policlinico Universitario dell'ospedale di Losanna, dove è stato trasferito, ha reso una dichiarazione a mezzo stampa, precisando che alla famiglia e a Michael è stato dedicato uno spazio riservato per poter essere preso in cura con la intimità e la migliore assistenza possibile, lontano dai riflettori come se si trattasse di un qualsiasi paziente.

Michael Schumacher, secondo fonti certe, riesce a comunicare con la moglie Corinna e con i figli.

Non sono mancati i commenti di gioia di Fernando Alonso, della Ferrari e di tutto il mondo sportivo.

L'incidente sugli sci occorso a Meribel, a cui era seguito il ricovero a Grenoble il 29 dicembre, aveva determinato lo stato di coma di Michael a causa del brutto trauma cranico e di varie lesioni cerebrali: era stato necessario più di un intervento chirurgico in 48 ore.

Dal Brasile dove oggi la Germania ha il primo incontro calcistico del Mondiale contro il Portogallo arrivano commenti di gioia: Lucas Podolski amico del pilota, in conferenza già domenica aveva reso omaggio a Michael Schumacher, dicendo: "Vogliamo vincere il titolo anche per lui".

La notizia fa felice proprio tutti, il mondo sportivo e non solo.

Segui la nostra pagina Facebook!