Alaska, Isole Aleutine e nuova Zelanda sembrano molto lontane, e difatti sono dall'altra parte del mondo, e in una zona poco popolata. Però la notizia del Terremoto si è verificato alle 22,50, ora italiana, in Alaska, e a sud del mare di Bering, nella zona delle isole Aleutine, si sta spargendo in tutto il mondo.

Data la distanza, gli effetti diretti del terremoto e dello tsunami che si teme possa colpire le isole Aleutine e le Haaway, non dovrebbero far grandi danni nelle città costiere, però per precauzione i circa 300 abitanti della città di Adak, sulle isole Aleutine, sono stati evacuati e trasferiti nella zona più centrale e alta dell'isola, sulle colline di Bering, dove è allestito un campo di accoglienza primario e dove l'acqua dello tsunami si spera che non possa arrivare. 
Nei siti di notizie americani è apparsa l'intervista telefonica fatta al sindaco di Adak, Layton Lockett, che ha risposto alle domande dei giornalisti mentre si accingeva a lasciare anche lui la città: "Abbiamo visto l'acqua lasciare velocemente la nostra baia" ha detto. Difatti, nelle ore prima dello tsunami le acque si ritirano, come per prendere forza prima di scagliarsi nuovamente sulle coste.

L'epicentro del terremoto di magnitudo 8 della scala Richter era nell'oceano Pacifico, al largo delle isole Aleutine e delle Rat Islands.

La zona di trova al confine fra il mare di Bering e l'oceano Pacifico del nord.

Ma il terremoto in Alaska non è stato il solo grande terremoto del 23 giugno: poche ore prima, alle 19,16, è arrivata la segnalazione di un altro terremoto, misurato in 7,2 gradi della scala Richter, con epicentro nelle isole Kermad a largo della Nuova Zelanda, in una zona dell'Oceano Pacifico del sud che segna quasi una linea retta con l'epicentro del terremoto in Alaska. Ambedue i terremoti sono seguiti da sciami sismici che comprendono scosse tutte superiori alla magnitudo 6 della scala Richter. Solo qualche settimana fa era stato segnalato uno sciame sismico nella zona del vulcano di Semisopochnoi, nell'arcipelago delle Aleutine.

Segui la pagina Terremoto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!