Lui si chiama Daniele Maturi, è un cercatore di funghi, che è stato nel frattempo dimesso dal punto di primo soccorso di Tione vistosamente fasciato a gambe e braccia. Lei si chiama Daniza, è un orsa di 18 anni, che nel frattempo è stata localizzata ed è sotto sorveglianza per essere catturata da procedimento di legge. Siamo a Tione di Trento, punto di confluenza delle Valli Giudicarie ai piedi del fiume Gaggio; un angolo di Trentino nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta, luoghi dove si vive la montagna in tutta la sua bellezza.

In questa bellezza i fatti della vicenda. Daniele Maturi, 38enne della zona, stava raccogliendo funghi nei boschi di Pinzolo, quando improvvisamente si è trovato davanti a sé due cuccioli di orso, dal suo racconto a questo punto l'uomo si sarebbe nascosto dietro un albero per osservare la cucciolata, l'orsa però ne ha avvertito la presenza e fiutando un pericolo si sarebbe avventata contro di lui con due zampate e mordendolo, fortunatamente a uno scarpone. Dura la Lega Nord, che con Marco Fugatti dice: "Quello che è avvenuto è un fatto molto grave perché testimonia la pericolosità dell'orso che è presente nei monti del Trentino".

La Provincia autonoma di Trento ha immediatamente emesso un ordine di cattura per l'orso, e lo stesso Presidente, Ugo Rossi, ha informato subito dell'accaduto il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti. La squadra specializzata della Forestale si è messa alla ricerca di Daniza, esemplare munito di radio-collare, che ne facilita la localizzazione. Non ci hanno messo molto infatti; si può leggere a proposito su Twitter l'assessore all'Agricoltura, Michele Dallapiccola che afferma appunto che l'orsa è stata localizzata e si trova sotto il controllo della Forestale.

E' stato considerato anomalo il comportamento dell'orso, considerando che il cercatore di funghi appena visti i cuccioli, a circa trenta metri di distanza, si è immediatamente allontanato e nascosto dietro un albero, ma è stato raggiunto e attivamente attaccato, riportando ferite, fortunatamente non gravi.

Segui la nostra pagina Facebook!