Hanno commosso tutti: dagli addetti ai lavori alle persone che sono venute a conoscenza del loro ritrovamento. In Inghilterra sono stati trovati due scheletri che si tengono per mano. La coppia è stata sepolta così, insieme, mano nella mano come se, invece di andare incontro all'appuntamento con l'eternità della morte stesse per sposarsi e per suggellare l'eternità del proprio amore. Sì, un esempio di amore che va oltre la vita e che rimane unito per sempre, anche dopo 700 anni e oltre. Il ritrovamento è avvenuto durante gli scavi presso la cappella di San Morrell, nella contea di Leicestershire. Si tratta di una zona di pellegrinaggio, poiché in un testamento del 1532 viene proprio menzionata la cittadina di Hallaton dove sorgeva appunto la cappella riportata alla luce in questo periodo dagli archeologi. Da tempo gli studiosi ne parlavano e la stavano cercando, ed ora, grazie ad una ricerca effettuata dallo storico locale John Morrison, è stato possibile effettuare gli scavi.

Prima di cominciare a scavare il sito, è stato necessario consegnare agli geofisici dati ben precisi affinché essi potessero perlustrare la zona dall'alto e scattare immagini del punto esatto in cui cominciare ad effettuare gli scavi. Da quel momento, per quattro anni, gruppi di studiosi e volontari hanno costantemente lavorato in quella zona fino a riportare alle luce quel sito costruito in cima ad un edificio romano. E qui è avvenuta anche la scoperta degli scheletri innamorati. Un archeologo dell'Università di Leicester, Vicky Score, si sta chiedendo perché queste due persone siano state sepolte in quel luogo, quando nelle vicinanze c'era la chiesa di Hallaton. L'ipotesi è che quell'altura potesse rappresentare un luogo speciale dato che era meta di pellegrinaggi. Ci sono anche altre strade da seguire. Ad esempio, la coppia potrebbe essere stata sepolta lontano dalla chiesa perché si trattava di due criminali o di due persone morte di una malattia contagiosa. Oltre alla coppia rimasta unita anche nella morte, nello stesso sito sono stati rinvenuti altri nove corpi. Tra questi, c'è uno scheletro seppellito con le gambe sollevate verso il petto forse perché colpito da una grave malattia, ed un altro con il cranio spaccato probabilmente da un colpo di ascia in battaglia. Oltre ai cadaveri sono stati trovati anche resti delle mura della cappella e dei penny, la cui datazione sarebbe tra XI e XV secolo.

A questo punto, la ricerca si chiede cosa ci facessero quei pochi morti sepolti in quel luogo diverso dall'ordinario e cerca anche di capire chi fossero realmente quelle due persone seppellite mano nella mano. Tuttavia, si può già dire che, qualunque sia stata la loro estrazione sociale, di certo queste due persone hanno dato a tutta l'umanità un grande messaggio d'amore. 

Segui la nostra pagina Facebook!