Paura, panico e anche feriti su un volo della Easy Jet partito lunedì scorso da Londra, direzione Napoli. Durante il viaggio, il maltempo ha creato una grossa turbolenza e un vuoto d'aria che ha sconvolto i 154 passeggeri dell'aereo decollato da Gatwick e che, se tutto fosse andato come previsto sarebbe dovuto atterrare a Capodichino. Invece la forte perturbazione nella quale è finito il velivolo ha causato non pochi problemi ed anche alcuni feriti.

Il vuoto d'aria che all'improvviso si è manifestato all'interno dell'aeroplano ha fatto battere la testa ad una hostess che ha perso conoscenza, mentre uno steward è caduto e ha riportato una sospetta frattura dell'anca. Il Daily Mail ha raccolto la testimonianza diretta di Lucy e David Westbrooke, due sposi trentenni del Kent che erano saliti su quel volo per godersi qualche giorno di vacanza a Napoli. La ragazza ha raccontato che tutto ad un tratto i passeggeri sono stati sbalzati dai sedili e alcuni hanno anche battuto violentemente la testa contro il soffitto del velivolo.

In poco tempo si è diffuso il panico, con i bagagli che cadevano dalle cappelliere e l'equipaggio che non sapeva cosa fare. Molte persone urlavano disperate, mentre alcuni italiani si sono messi a pregare. David, il marito di Lucy, ha guardato fuori dall'oblò e ha visto che l'aereo stava scendendo in picchiata. L'inglese ha ammesso che "è stata la peggiore turbolenza che abbia mai visto nella mia vita". In seguito allo spiacevole e terrificante episodio, Easy Jet è intervenuta per scusarsi con i passeggeri e fare luce sull'accaduto. L'aereo si è trovato al centro di una grossa turbolenza e, per garantire la sicurezza dei clienti, è stato deciso di atterrare a Roma Fiumicino e non più a Napoli: le persone che erano dirette al capoluogo campano sono state trasportate in pullman. L'atterraggio nella Capitale, secondo la compagnia aerea inglese, non è stato d'emergenza, ma "precauzionale" ed è avvenuto proprio con lo scopo di assicurarsi che ai passeggeri non accadesse nulla di male. Nel ricordare che i propri piloti sono ampiamente preparati nel gestire turbolenze di qualsiasi portata, Easi Jet si è scusata con i clienti per l'inconveniente e ha confermato che ci sono stati dei feriti tra l'equipaggio.

Segui la nostra pagina Facebook!