Il caso mediatico del momento è quello che riguarda Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti sulla morte della quale ci sono ancora tanti dubbi. Una svolta nelle indagini sembra ancora lontana, dato che le contraddizioni di Michele Buoninconti appaiono davvero irrisolvibili. In ogni caso, ad oggi emergono nuove indiscrezioni sul caso. Prima di tutto, gli investigatori hanno dimostrato che il telo verde ritrovato vicino al corpo della donna, non è mai stato a contatto con il cadavere. Infatti non sono state trovate nell'oggetto tracce del Dna di Elena Ceste.

Ma ci sono altre news, emerse, nelle ultime ore, le quali rendono ancora più difficile il caso.

Ultime news Elena Ceste, è giallo per le ultime 24 ore: la donna non era presente a colazione

Le ultime news sul caso rivelano che Elena Ceste, prima della scomparsa, aveva preparato la colazione ai suoi figli. Ma c'è un dettaglio da non trascurare: la donna, quella mattina, non era presente a tavola. Dunque i bambini mangiano una colazione senza la loro madre. Perchè? Ricordiamo che Elena Ceste, il giorno prima della scomparsa aveva litigato con il marito, probabilmente per futili motivi di gelosia.

Possiamo supporre che la donna, quella mattina, fosse già stata uccisa dal marito Michele Buoninconti, il quale potrebbe avere avuto un raptus incontrollabile. In seguito, lo stesso Michele, dopo avere accompagnato i bambini a scuola, potrebbe avere portato il corpo di Elena Ceste nei pressi del canale di scolo di Isola d'Asti.

Ultime news Elena Ceste, il mistero del cellulare spento prima della scomparsa

Permane comunque anche un altro giallo: perchè Elena Ceste, prima della scomparsa, aveva il cellulare spento?

Le ipotesi sono due: il telefono potrebbe essere stato spento dal marito, il quale, probabilmente, non voleva che fosse contattata dai suoi amici. Oppure possiamo pensare che lei stessa abbia spento il cellulare, forse perchè non aveva voglia di parlare con nessuno, magari dopo una lite con il marito. Come si può vedere, sono veramente tanti i misteri che devono essere risolti. Voi cosa ne pensate?

Segui la nostra pagina Facebook!