Tornando sul giallo di Elena Ceste, le ultime news hanno riportato il misterioso sms che accusa Don Roberto di aver trascinato per i capelli la donna scomparsa in chiesa, alle ore 08:37. Ma ai giornalisti, Don Roberto si è difeso affermando che a quell'ora lui stava sicuramente celebrando la messa, che infatti inizia alle 08:30. L'uomo ha inoltre precisato che non ha mai avuto una relazione con la vittima. Gli inquirenti, oramai convinti che Elena Ceste sia stata uccisa, stanno anche verificando le diverse contraddizioni del marito che fin dall'interrogatorio ha cercato di giustificare ogni cosa, con risultati che hanno però messo ulteriori dubbi agli investigatori: in attesa dei risultati dell'autopsia, altri elementi d'accusa si sono aggiunti nei confronti dell'uomo della donna trovata morta in un canale dieci mesi dopo la scomparsa.

Un volontario, che aveva partecipato nei mesi scorsi alle ricerche del cadavere della donna in avanzato stato di decomposizione, avrebbe raccontato ai carabinieri che i cani li stavano portando proprio nella zona in cui è stato poi ritrovato il corpo di Elena. In quel caso, il marito suggerì loro di cambiare direzione. Le presunte bugie di Michele iniziano quindi ad essere ulteriori indizi che lo accuserebbero dell'uccisione di sua moglie e, quasi sicuramente, se dall'autopsia si dovessero trovare ulteriori prove, il marito di Elena Ceste verrà arrestato.

Oramai è questione di giorni. Ma proprio su questo punto, i legali di Michele hanno già dichiarato che l'autopsia non sarebbe determinante e chiedono anche alla stampa che vengano abbassati i toni sull'intera vicenda, per rispetto verso Elena ma anche verso suo marito che, allo stato attuale, non è ancora stato accusato di nulla. Inoltre, nella casa vivono ancora i quattro bambini minorenni che sicuramente stanno affrontando un brutto momento, pertanto è necessaria un pò di delicatezza perché oramai sono rinchiusi da giorni nella loro abitazione per evitare di essere seguiti ovunque.

Segui la nostra pagina Facebook!