Ore di terrore all'Università della Florida, dove un uomo ha sparato all'impazzata nella biblioteca del Campus, colpendo tre persone. Subito dopo, all'intervento della polizia, l'aggressore non si è arreso ed è stato ucciso dalle forze dell'ordine. Momenti di panico e paura si sono vissuti all'interno della Florida State University, situata in Tallahassee. La polizia ora dovrà capire quali sono stati i motivi che hanno spinto il colpevole ad intrufolarsi nell'ateneo e, soprattutto, ad aprire il fuoco colpendo tutti coloro che gli capitavano a tiro.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

L'università, prima che si verificasse il drammatico episodio, aveva avvisato i suoi studenti di restare chiusi nelle proprie camere e di non uscire per alcun motivo.

Di solito, questi annunci vengono dati quando si verificano situazioni di emergenza: evidentemente l'uomo era già stato avvistato, ma non si è riusciti a fermarlo prima che cominciasse a sparare. Siccome il fatto si è verificato da poche ore, la polizia della Florida non ha ancora diramato notizie ufficiali circa la dinamica dell'accaduto e l'identità dell'aggressore.

Le forze dell'ordine, quando sono intervenute, hanno subito isolato la biblioteca Strozier dove si trovava l'uomo armato. Purtroppo, però, non si è riusciti ad evitare che questi sparasse e almeno tre persone sarebbero rimaste ferite. Non sono stati ancora diffusi bollettini medici ufficiali circa le condizioni di salute dei feriti, dunque al momento non si può dire se si tratta di situazioni disperate, o di ferite superficiali che guariranno presto.

I migliori video del giorno

L'uomo è rimasto ucciso da uno degli agenti intervenuti sul posto, avendo risposto agli spari esplosi dal misterioso aggressore.

Non è la prima volta che negli Stati Uniti si registrano episodi di violenza all'interno delle università. La scorsa estate, al campus di Santa Barbara, un uomo uccise sette persone prima di suicidarsi, mentre a Seattle ci fu una vittima e tre feriti. Una spirale di violenza dalla quale i diversi campus americani, rimasti coinvolti senza alcuna colpa, credevano di essere usciti, invece ora l'incubo è tornato e si è manifestato in Florida.