Sono state 7.500 nelle prime tre ore le prenotazioni on line registrate per la prossima Ostensione della Sindone in programma a Torino dal 19 aprile al 24 giugno 2015.

La notizia è stata comunicata dal vice sindaco della città, Elide Tisi, che è anche Presidente del comitato organizzativo dell'Ostensione.

Come è stato anche per le passate ostensioni della reliquia, la visita sarà gratuita, trattandosi di un evento religioso le cui spese sono coperte grazie al contributo di diversi enti, ma la prenotazione è obbligatoria per poter meglio coordinare l'afflusso di visitatori che si preannuncia oceanico.

Nell'ultima Ostensione del 2010 giunsero nel capoluogo piemontese oltre due milioni e mezzo di visitatori. Una cifra che potrebbe essere superata l'anno prossimo grazie alla concomitanza con l'Expo di Milano e con il bicentenario della nascita di Don Bosco, oltre al fatto che la durata dell'evento, 67 giorni, è superiore a quella delle Ostensioni precedenti.

Vera o Falsa? Il dibattito sulla reliquia

La Sindone conservata nel Duomo di Torino, è considerata dai credenti il lenzuolo nel quale fu avvolto il corpo di Gesù Cristo dopo la sua crocifissione.

Il lenzuolo di lino porta impressa in modo realistico l'immagine di un uomo con segni di ferite, al costato e sulla fronte, e di crocifissioni coincidenti con i racconti del vangelo.

Nei secoli si sono succeduti numerosi studi per chiarire se si tratta di una vera reliquia o di un falso, ma ancora oggi non si è arrivati ad una conclusione chiara.

Uno degli ultimi esami, compiuto nel 1988 dai laboratori di Oxford, Zurigo e Tucson, aveva analizzato il lenzuolo col metodo del Carbonio 14, utilizzato solitamente per i reperti paleontologici, arrivando a datarne la creazione al Medioevo.

Ne scaturirono discussioni tra accademici e fedeli smorzate solo dalle parole di papa Giovanni Paolo II che, nel corso della sua visita all'Ostensione del 1998, esortò allo studio della Sindone senza posizioni precostituite, ricordando che "ciò conta per il credente è che la Sindone è specchio del Vangelo."

La visita di Papa Francesco 

Il prossimo 21 giugno, toccherà a papa Francesco recarsi in "pellegrinaggio a Torino per venerare la Sacra Sindone".

Un annuncio accolto con entusiasmo dal sindaco Fassino, orgoglioso, a nome dei torinesi, di accogliere la visita del papa che vanta antenati piemontesi.

Segui la pagina Papa Francesco
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!