Panico nella notte nella Florida States University - Università statale della Florida - nella quale un uomo armato è stato ucciso dalla polizia in seguito a una sparatoria. L'uomo con la sua pistola si era introdotto nella biblioteca universitaria Strozier che in quel momento - nonostante fosse mezzanotte passata - era ancora gremita di studenti: la biblioteca infatti è l'unica ad essere aperta tutti i giorni 24 ore su 24. La direzione dell'università ha diramato un avviso su Twitter avvisando tutti gli studenti del campus di stare negli edifici nei quali erano, allontanandosi da finestre e porte. Mentre i ragazzi nella biblioteca cercavano di mettersi al sicuro come potevano e inviavano tweet terrorizzati ai familiari, le persone negli altri edifici si barricavano chiudendo le porte con tavoli, cattedre e sedie davanti.

Alcuni testimoni affermano di aver udito 9 o 10 spari provenire dall'edificio dove si era insediato il soggetto armato.

L'uomo aveva già ferito 3 persone con colpi di arma da fuoco quando la polizia, allertata tramite una telefonata che avvisava di un "soggetto armato" nella biblioteca del campus dell'università di Tallahassee, è giunta sul luogo. Lo sconosciuto ha aperto il fuoco anche contro le forze dell'ordine nonostante gli fosse stato intimato di deporre l'arma, e in seguito a ciò la polizia ha aperto il fuoco colpendolo a morte. Una delle tre vittime dell'uomo è stata ricoverata in condizioni critiche all'ospedale Tallahassee Memorial Healthcare mentre le altre sono in condizioni stabili.

Dopo aver ucciso l'uomo, la polizia della Florida ha nuovamente reso agibile il campus mentre gli investigatori hanno iniziato ed effettuare tutti i rilievi del caso dopo aver circondato la scena del crimine con il nastro giallo che viene utilizzato in questi casi. La direzione dell'università ha già provveduto ad annullare anche tramite avvisi su Twitter tutte le lezioni e le sessioni di esami previste per oggi. Stefano J. Cavallaro - presidente del corpo studentesco - si è recato sulla scena per parlare con gli studenti che erano presenti mentre gli inquirenti cercano di capire quale sia stato il movente alla base del gesto sconsiderato dell'uomo ucciso.