Nella giornata di ieri, Massimo Giuseppe Bossetti, l'uomo accusato di aver ucciso brutalmente Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra, è stato protagonista di un nuovo interrogatorio al cospetto del pm Letizia Ruggero. Un interrogatorio senza risposte da parte del muratore di Mapello da poco più di un mese fuori dalla cella di massima sicurezza nella quale era custodito dallo scorso 16 giugno.

Bossetti si è dunque avvalso della facoltà di non rispondere e dietro questo suo atteggiamento poco collaborativo nei confronti della giustizia, a detta dei suoi legali ci sarebbe una spiegazione più che plausibile e che rappresenta un'accusa fortissima nei confronti della Procura: ecco le ultime news aggiornate sul delitto di Yara Gambirasio e sul suo presunto assassino, Bossetti.

Yara Gambirasio news: pressioni a Bossetti, accusato anche il prete

E' stato definito dai due legali di Bossetti "inaccettabile" l'atteggiamento della Procura adottato nei confronti del proprio assistito, in carcere con l'accusa di aver ucciso la piccola Yara Gambirasio, pur ritenendosi innocente.

Per tale ragione l'uomo avrebbe deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere nel corso del nuovo interrogatorio di ieri. Ma le news su Bossetti diventano clamorose quando gli stessi due legali del presunto assassino di Yara Gambirasio accusano fortemente non solo la Procura, ma anche il prete del carcere, Don Fausto parlando in entrambi i casi di vere e proprie torture psicologiche.

Dalle ultime news è emerso il tentativo forzato di spingere Bossetti a confessare l'omicidio di Yara Gambirasio, nonostante lo stesso abbia più volte sostenuto con forza la propria innocenza.

Nello specifico, le torture psicologiche delle quali parlano i legali farebbero riferimento al rifiuto di telefonare a casa per ben 45 giorni ed al rifiuto di avere un colloquio con i propri figli, aspetti previsti ovviamente dall'ordinamento carcerario. A Bossetti gli sarebbe stato rifiutato inoltre di vedere il proprio consulente criminologo, Ezio Denti. Ma non è tutto: dure accuse di pressioni e torture psicologiche sono state rivolte anche al prete del carcere, Don Fausto, una figura tra le più importanti subito dopo quella del direttore.

Nel corso della trasmissione Pomeriggio Cinque di ieri, è stata così trasmessa la replica del prete alle accuse ricevute, il quale ha smentito le pressioni delle quali parlano i legali del presunto assassino di Yara Gambirasio, sottolineando come lui stesso non abbia mai fatto pressioni di alcun tipo nei confronti dei vari detenuti che tende a trattare tutti nella medesima maniera. Secondo le ultime news, invece, non avrebbe rilasciato alcuna replica alle accuse il pm Ruggeri.

Per tutti gli aggiornamenti sul giallo di Yara Gambirasio, vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui che potrete trovare subito sotto il titolo di questa news.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto