Le hanno fatto una doccia eccessivamente calda e lei, una signora anziana di 88 anni, costretta a letto, non potendo liberarsi da quel getto bollente, ha riportato delle gravi ustioni che quasi certamente ne hanno provocato la morte. La procura di Reggio Emilia ha aperto un'inchiesta per far luce sul caso di questa sfortunata signora che, malata di Alzheimer, era in cura presso una casa di riposo.

La doccia fatale mentre era a letto

L'anziana, a causa della sua malattia, non poteva alzarsi dal letto.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Lo scorso 11 novembre, il personale della casa di riposo l'ha sottoposta ad una doccia da allettata. L'acqua, però, era eccessivamente calda e la donna, rimasta sotto quel getto bollente per alcuni secondi, dato che non poteva muoversi e scappar via, ha riportato subito diverse ustioni.

La sua pelle è diventata rossa e, dopo un po' di tempo, i dipendenti della casa di cura si sono resi conto che non si trattava di qualche semplice scottatura. Anzi, in un secondo momento, l'acqua è stata riaperta ed era di nuovo bollente: soltanto a questo punto i sanitari hanno collegato il fenomeno delle ustioni sul corpo dell'anziana a quella doccia troppo calda. La paziente è stata portata di corsa al Pronto Soccorso dove si sono resi conto che la situazione era piuttosto grave e hanno disposto un immediato ricovero all'ospedale di Parma. Qui, però, c'è stato poco da fare: la donna è morta dopo dieci giorni.

Si pensa ad un guasto alla termoregolazione

I familiari dell'anziana deceduta hanno presentato un esposto e la magistratura si è messa subito in moto, aprendo un'inchiesta, per accertarsi se realmente quelle ustioni siano state fatali alla signora.

I migliori video del giorno

Probabilmente, l'incidente è stato causato da un guasto alla termoregolazione dell'impianto, e per questo motivo l'acqua della doccia sarebbe stata così bollente, da bruciare profondamente la pelle della donna ammalata. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire in maniera esatta la dinamica dei fatti e di accertare eventuali responsabilità nel decesso di quest'anziana di 88 anni.