"Che mondo sarebbe senza Nutella?" Chissà se se lo è chiesto anche la signora Kara Harrison quando al London City Airport è stata fermata dalla sicurezza che le ha fatto deporre due vasetti della famosa cioccolata alle nocciole della Ferrero appena acquistati.

Nutella a rischio terrorismo

La vicenda è riportata dal Daily Mail: Kara Harrison aveva acquistato da Selfridges in Oxford Street due vasetti di Nutella personalizzati, come va di moda in quest'ultimo periodo anche in Italia.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Uno era per il figlio, l'altro per una collega. La donna - 35 anni, incinta - racconta che è rimasta letteralmente esterrefatta quando la vigilanza dell'aeroporto le ha fatto estrarre dal bagaglio a mano i due vasetti di crema alle nocciole.

La motivazione? Nutella è stata equiparata alle sostanze - liquidi, gel, paste - potenzialmente usate dai terroristi per i loro atti, pertanto è soggetta allo stesso tipo di restrizioni.

L'incredulità di Kara Harrison

La 35enne scozzese era volata a Londra per un breve viaggio di divertimento insieme al marito. Prima di tornare a casa in Scozia avevano deciso di fermarsi a comprare dei ricordi e fra questi c'erano proprio i vasetti di Nutella: uno per il loro piccolo Ewan di 3 anni, l'altro per la collega Elaine. Kara era così contenta e soddisfatta della Nutella personalizzata che addirittura si era fatta scattare una foto davanti al negozio con il barattolo di vetro in mano. Una volta arrivati in aeroporto Kara e il marito si recano al controllo bagagli ma capiscono subito che c'è qualcosa che non va: la security impone ai coniugi di estrarre i due vasetti dal bagaglio a mano avvisandoli che saranno confiscati.

I migliori video del giorno

Le regole per la sicurezza

Un portavoce dell'aeroporto di Londra ha precisato che le misure di sicurezza messe in atto dagli uomini addetti al controllo dei bagagli del London City Airport sono quelle stabilite dal Dipartimento dei Trasporti inglese (e non solo): in base alle norme, tutti i liquidi (acqua compresa) contenute in flaconi con capacità maggiore di 100 ml devono essere necessariamente riposte nei bagagli che vengono stivati. Se trovati nel bagaglio a mano saranno requisiti e gettati. Questa normativa era stata stabilita a livello internazionale dopo che nel 2006 erano stati sventati degli attentati terroristici che sarebbero stati effettuati tramite liquidi esplosivi nei voli delle tratte dall'Inghilterra agli Stati Uniti.

Per continuare a seguire le notizie di cronaca cliccate il tasto segui sopra il titolo dell'articolo.