Al 26 dicembre 2014 le ultime novità sul caso Loris Stival sono relative a una data importante e cioè quella dell'udienza per decidere la scarcerazione della madre Veronica: possiamo dirvi che si terrà il 31 dicembre 2014.



La donna si dichiara tenacemente non colpevole. Veronica Panarello, due tentativi di togliersi la vita alle spalle, ha 25 anni. Il suo legale ha presentato l'istanza di scarcerazione per la sua assistita. La donna è accusata di avere ucciso il figlio Loris di soli 8 anni, impiegando alcune fascette usate generalmente dagli elettricisti.



L'importante udienza, che potrebbe far aprire le porte del carcere per lei proprio l'ultimo giorno dell'anno, si terrà a porte chiuse vista la notevole curiosità dei massmedia che seguono ogni risvolto di una vicenda che ha profondamente turbato la pubblica opinione.





Inizialmente i familiari avevano sospeso il loro giudizio prudentemente. Alla luce delle clamorose notizie che venivano diffuse su Veronica, a partire dalle bugie che la stessa avrebbe detto relativamente ai suoi spostamenti in auto nel giorno della sparizione del bambino, si erano schierati contro. Ora invece amici e parenti sembrano dividersi in due grandi categorie, come spesso accade in casi analoghi: gli innocentisti e i colpevolisti.

Per la cronaca il legale che rappresenta Veronica Panarello si chiama Francesco Villardita. La pubblica accusa è rappresentata dal sostituto procuratore Marco Rota.

La zia di Loris intanto si sfoga e augura al responsabile dell'omicidio efferato di "marcire all'inferno". Uno sfogo più che comprensibile quello di Antonella Stival, ma ora è tempo che la giustizia faccia il suo corso.

I migliori video del giorno

Nei giorni scorsi il primo cittadino del Comune di Vittoria (Ragusa) ha mostrato ampia disponibilità a dare una mano al padre del piccolo Loris: David Stival ha 29 anni, fa l'autotrasportatore e per lui ora che la moglie è in carcere si pone il problema della cura del secondo figlio, Diego, che ha 4 anni e ovviamente soffre molto la mancanza della madre.