È stato svelato il volto della 27enne napoletana convertita all'Islam dalla redazione giornalistica di Mediaset, il suo nome è Maria Giulia Sergio e ora si fa chiamare Fatima. Il video nel quale appare, risale al 2009 in un'intervista a Pomeriggio 5, la giovane aveva appena 21 anni e si era da poco convertita. Nell'intervista la giovane dichiarava che Allah impone alle donne di indossare abiti che non eccitino gli uomini.

Maria Giulia ora è parte integrante dell'organizzazione terroristica dell'Isis ed è considerata una combattente straniera che si è convertita e unita all'Islam. Secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Viminale, Fatima si troverebbe in missione in Siria insieme ad alcuni estremisti balcanici.

L'ultima traccia certa individuata della 27enne è l'acquisto di un biglietto aereo per la Turchia, poi le sue tracce si sono definitivamente perse.

Maria Giulia è di origine napoletana, per la precisione di Torre del Greco, ma è vissuta a Inzago un piccolo centro tra Milano e Bergamo, lei proviene da una famiglia cattolica, ma la sua adolescenza è stata segnata dall'unione con un marocchino che ha regolarmente sposato e da quel momento è iniziata la sua trasformazione che l'ha portata all'islamismo. Il suo nome è stato inserito all'interno delle tre inchieste, aperte dalla Procura di Milano, che trattano di presunti fondamentalisti islamici. Di recente è stata contattata la sua famiglia, ancora residente in Italia (madre e sorella), le quali hanno affermato che spesso si sentono con Maria Giulia, che sta bene e ogni tanto le chiama per salutarle.

I migliori video del giorno

La militante italiana dell'Isis aveva sottoscritto un appello a favore del niqab il 16 settembre 2011, insieme ad altre donne convertite come lei e diretto al Senatore Ciampi, ex Presidente della Repubblica. L'appello fu inviato a Ciampi perché in passato si era interessato del caso di una loro 'sorella', la quale fu multata per aver indossato il velo. La donna poi successivamente ha interrotto la sua relazione matrimoniale con il giovane marocchino e si è sposata con l'attuale marito di nazionalità albanese. In questi giorni avrebbe dichiarato di essere pronta a morire nel nome di Allah.