Tanto hanno discusso per poi, nel momento del bisogno, ritrovarsi con gli alleati politici di sempre. Il tempo preme per la scelta del presidente della Repubblica e l'ex premier Silvio Berlusconi ha deciso di lasciare da parte le divergenze e le critiche per sedersi di nuovo a un tavolo con le formazioni politiche del centrodestra.

Questione di feeling

Le affinità ci sono soprattutto con il Nuovo Centro Destra (Ncd) e quello che resta dell'Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (Udc).

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Silvio Berlusconi

L'obiettivo comune è quello di trovare una linea comune sull'elezione del nuovo presidente della Repubblica nelle prime votazioni al Senato.

Il ritorno del Cavaliere

Le distanze con il gruppo dei moderati erano ormai evidenti. Ma la strategia di Berlusconi è quella di fare un blocco unico tra i "grandi elettori" di Forza Italia e quelli dell'Area Popolare (Ndc più Udc). In questo scenario il ruolo di Angelino Alfano rimane determinante. Ma possono fare comodo anche Pier Ferdinando Casini e, chissà, lo stesso Matteo Salvini, leader della Lega Nord. È arrivata l'ora della verità dove vincerà la linea unica e Berlusconi sembra intenzionato a tornare in prima fila.