Il mondo del Cinema piange la grande Anita Ekberg, morta a 83 anni in una clinica a Rocca di Papa, nei pressi di Roma. La grande attrice da tempo viveva a Genzano, nella provincia romana. La Ekberg è entrata nella storia del cinema internazionale grazie soprattutto al celebre film "La Dolce Vita" di Federico Fellini: memorabile la scena in cui fa il bagno nella Fontana di Trevi insieme a Marcello Mastroianni, altro protagonista del capolavoro del regista riminese.

Pubblicità
Pubblicità

La solitudine di Anita Ekberg e quella lettera inviata alla Fondazione Fellini

L'attrice svedese è morta in solitudine e in grosse difficoltà economiche. Qualche tempo fa, la Ekberg scrisse una lettera indirizzata alla Fondazione Fellini, nella quale chiedeva sostegno perché versava in difficili condizioni economiche e per numerosi problemi di salute. Siccome non aveva alcun familiare accanto, la stella del cinema era seguita da una tutrice ed è spirata in una clinica nei pressi di Roma, nella completa solitudine. Secondo le disposizioni presenti nel suo testamento, Anita Ekberg verrà cremata e le sue ceneri saranno portate nella sua Svezia. Il funerale verrà celebrato, entro le prossime 48 ore, in una Chiesa Luterana della Capitale, probabilmente in via Sicilia o sull'Aurelia Antica.

La carriera della grande Anita Ekberg

La carriera cinematografica della Ekberg è cominciata dopo la vittoria a Miss Svezia nel 1950. Giovanissima, infatti, approdò subito a Hollywood grazie agli ottimi rapporti che aveva con il magnate statunitense Howard Hughes. Cominciò con alcuni film di successo, recitando accanto a "mostri sacri" come Jerry Lewis e Dean Martin, e già nel 1956 vinse un Golden Globe come miglior attrice emergente nella pellicola "Hollywood o morte", facendo capire che sarebbe diventata un'icona del cinema grazie al suo talento.

Pubblicità

Poi l'approdo ai kolossal come "Guerra e Pace" di King Vidor e il momento più alto quando fu scritturata da Fellini per "La Dolce Vita" nel 1960. La scena della fontana diventerà una delle più famose nella storia del cinema, rendendo sia Marcello Mastroianni che Anita Ekberg due icone della cinematografia. L'attrice svedese ha lavorato ancora con Fellini in "Boccaccio '70", "I clowns" e "L'Intervista". Tra l'altro, da ricordare anche il sodalizio con un altro maestro come Vittorio De Sica con il film "Sette volte donna".

L'ultima apparizione di Anita Ekberg era stata in televisione, ed esattamente nella fiction "Il Bello delle Donne", trasmessa da Canale 5 nel 2002. Poi fu chiamata da Carlo Conti come ospite d'onore, nel 2010, quando alla trasmissione "I Migliori Anni" celebrò il 50° anno de "La Dolce Vita". 

Leggi tutto