Emilio Ravagli è un artigiano di Rimini che paga regolarmente le tasse. Da oltre vent'anni lavora come un idraulico, e non ha mai trovato nessuno ostacolo sul suo percorso. Tutto questo fino allo scorso 12 febbraio, quando si vede recapitare dall'Inps una risposta negativa alla sua richiesta di nulla osta contributiva. In Italia, tutte le aziende per accedere agli appalti hanno bisogno del Durc (documento unico per la regolarità contributiva), un documento che certifica che l'azienda è a posto con il pagamento dei contributi.

Pubblicità
Pubblicità

Se non lo si ha è impossibile lavorare.

Emilio Ravagli, in effetti, non era in regola con i pagamenti. Sul suo conto previdenziale, infatti mancavano 37 centesimi, ai quali c'erano da sommare i 18 del socio. Totale dell'evaso dell'azienda: 55 centesimi di euro. Meno di un caffè.

Emilio Ravagli si è rivolto quindi al suo commercialista che a sua volta ha cercato spiegazioni. Nei suoi contatti con l'ente previdenziale il commercialista ha ricevuto una risposta scritta "si conferma un preavviso di sospensione negativa".

Che in altri termini significa che l'Inps non avrebbe chiuso un occhio, e pertanto finché la somma mancante non fosse stata versata il documento non sarebbe stato rilasciato. Con buona pace per i bandi e per gli appalti che l'azienda ha rischiato seriamente di perdere.

La cosa più "buffa" della vicenda, secondo Ravelli, è come questa irregolarità non sia recente, ma addirittura di qualche anno fa. "Come è possibile ricevere una segnalazione con così tanto tempo di ritardo?" il commento di Ravelli ad alcuni giornalisti.

Pubblicità

Ravelli comunque non ha ulteriormente proseguito la polemica e ha pagato il dovuto: circa 30 euro, compresi gli interessi di mora e tutto. "La cosa che più mi ha colpito è la mia azienda è stata trattata come quelle che evadono cifre altissime". Fortunatamente Ravelli non ha perso clienti, e alla domanda se perché la sua situazione con l'Inps fosse irregolare, ha spiegato semplicemente che tutto sarebbe stato a posto nel giro di pochi giorni. Secondo le indicazioni dell'Inps Ravelli potrà tornare a lavoro tra dieci giorni.

Leggi tutto