In settimana grazie alla rivista Giallo e la trasmissione Mattino 5 si sono avute nuove notizie su Elena Ceste: ancora oggi, 15 febbraio, le telefonate di Michele fanno rabbrividire addetti ai lavori e non, sopratutto se collegate all'omicidio di Elena e alla colpevolezza del marito Michele Buoninconti, arrestato lo scorso 29 gennaio. A Michele, come si legge nell'ordinanza di custodia cautelare, vengono contestati i reati di omicidio volontario e l'occultamento di cadavere. Come scrive il quotidiano torinese 'La Stampa', sul Buoninconti pesa l'aggravante della premeditazione, in relazione al primo reato contestatogli. Il marito di Elena rischia di essere condannato all'ergastolo. 

Ultime Elena ad oggi domenica 15 febbraio 2015: bufera sugli sms di Michele

Oltre alle intercettazioni telefoniche degli inquirenti, hanno avuto grande risonanza mediatica gli sms che Michele ha inviato alla giornalista di 'Giallo', entrati a far parte di diritto delle notizie sul caso Elena Ceste più 'scottanti' non solo della settimana ma forse di sempre.

L'ormai celebre rivista 'Giallo', in uscita ogni settimana al mercoledì, riporta i clamorosi messaggi hot di Michele Buoninconti inviati alla collaboratrice del settimanale, tra cui spicca il volgare 'se c'è fiamma c'è pompiere', sms che ha fatto letteralmente saltare sulla sedia addetti ai lavori e non. Non vanno nemmeno trascurati messaggi quali 'ciao, sei bellissima...sai chi sono? Perché non rispondi?'. Tra le altre cose è stato anche evidenziato il fatto che Michele utilizzasse a volte il cellulare dei figli di Elena per paura di avere il telefonino sotto controllo da parte degli inquirenti. 

Ultimissime caso Elena Ceste ad oggi: le telefonate di Michele all'amico Giampaolo

Oltre ai messaggi 'speciali' per la collaboratrice del settimanale Giallo, fanno discutere anche le telefonate di Michele all'amico Giampaolo, che vanno ad arricchire le ultime notizie su Elena Ceste della settimana. Menzionate durante la trasmissione 'Mattino 5', in onda dal lunedì al venerdì sulle reti Mediaset, le telefonate contengono numerosi elementi che si sono rivelati utili per le indagini, in particolar modo su una affermazione di Michele Buoninconti, che ha dichiarato 'però io la vedevo dal balcone di casa mia Giampà! Io la tenevo sotto il mio sguardo, Giampà, la tenevo sotto il mio sguardo'. Michele si starebbe riferendo alla moglie Elena, poiché da un balcone della casa dei Ceste è possibile vedere il rio Mersa, laddove poi è stato ritrovato il cadavere della donna a distanza di oltre dieci mesi dal giorno della scomparsa. Sempre durante la trasmissione 'Mattino 5' viene poi mostrata un'ulteriore intercettazione telefonica di Michele, in cui l'uomo dice all'amico 'c'era un posto lì, ad Isola...la Chiappa...in un campo, c'era un posto dove dietro un cespuglio che tu lo vedi dalla strada ma non sai nemmeno che c'è...capisci?'. Evidentemente gli inquirenti sì, hanno capito. Qual è la vostra opinione sulle ultime news sull'omicidio di Elena Ceste? Pensate che il colpevole sia Michele? Per restare aggiornati sulle ultime novità del caso cliccate il tasto 'Segui' in alto a destra.