Continua il lavoro degli inquirenti con l'intento di fare luce sulla morte di Elena Ceste, la donna e mamma di Costigliole D'Asti uccisa all'età di 37 anni il cui cadavere è stato rinvenuto a circa 800 metri dall'abitazione. Le ultime notizie sull'omicidio di Elena Ceste si concentrano in modo particolare sulla relazione che la vittima aveva col marito, Michele Buoninconti, attualmente in carcere con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Gli ultimi sviluppi dimostrano come il rapporto tra Michele e Elena non fosse dei più solidi, tutt'altro: l'ultima testimonianza in tal senso è stata resa da una donna che afferma di aver incontrato Michele Buoninconti quando la moglie era ancora viva, uno stato di cose questo che in aggiunta ai vari sms trovati sul cellulare di Elena Ceste conferma come i due vivessero ormai da separati in casa.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

La donna che avrebbe incontrato Michele ha parlato di un uomo possessivo che ama comandare il rapporto e che non accetta un no come risposta: il suo corteggiamento è stato lungo e fitto, con una serie di sms spinti che alla fine l'hanno convinta a combinare un incontro che comunque non ha avuto alcun seguito.

Tanto basta però a comprendere come le intenzioni dell'uomo fossero quelle di invischiarsi in una relazione extraconiugale che avrebbe fatto il paio con i presunti flirt di Elena Ceste, siamo dunque in presenza di un delitto passionale?

Elena Ceste, ultime notizie: matrimonio finito, amanti e sms spinti, il quadro si complica - Gli inquirenti sondano tutte le piste ma serve di più per provare la colpevolezza di Michele

Come sottolineato in apertura, le ultime notizie sul caso di Elena Ceste si concentrano in modo specifico sul rapporto tra Michele Buoninconti e la moglie. Entrambi avevano o cercavano altre storie, entrambi vivevano ormai al di fuori del proprio matrimonio, con la stessa Elena ad aver confessato più volte negli sms inviati ai propri conoscenti di andare avanti solo per il bene dei propri figli. Oltre al racconto della donna che ha ammesso di aver avuto un incontro con Michele c'è la testimonianza della giornalista del settimanale Giallo che afferma di essere stata 'pesantemente' corteggiata dal Buoninconti che avrebbe seguito più o meno lo stesso 'plot': sms insistenti, inviti a casa, frasi che comunicavano un corteggiamento quasi forzato, il tutto con l'aggravante che negli stessi istanti gli inquirenti erano al lavoro per ritrovare il corpo della moglie. Ma anche Elena aveva degli amanti o intratteneva comunque dei rapporti al di fuori del proprio matrimonio: alcune intercettazioni nelle quali Michele Buoninconti confessa ai figli di aver 'finalmente raddrizzato' la madre in aggiunta al modo di corteggiare le altre donne consegnano un quadro piuttosto complesso, Michele era possessivo e nella coppia amava dominare. Che abbia scoperto i flirt della moglie decidendo così di 'punirla'?



Le ultime notizie sull'omicidio di Elena Ceste
sottolineano però come quella del delitto passionale non sia l'unica pista al vaglio degli inquirenti. Nel corso di uno degli ultimi interrogatori Michele ha infatti parlato di un uomo, un muratore, che infastidiva la moglie, un racconto confuso e comunque frammentato il suo che al momento fa pensare agli inquirenti come questo fantomatico uomo nemmeno esista. Gli stessi investigatori sono comunque al lavoro per sondare la veridicità della versione dei fatti offerta da Michele Buoninconti, la cui posizione è sì grave ma non compromessa. L'impressione è che serva qualcosa in più per provare la sua colpevolezza: e Voi che cosa ne pensate? Che idea vi siete fatti su questo delitto? Dateci un giudizio commentando il pezzo qui sotto! Se desiderate rimanere aggiornati sui prossimi sviluppi vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' in alto, a fianco al nome dell'autore.