Dopo la decisione della Cassazione che nei giorni scorsi ha confermato il carcere per Massimo Bossetti, l'uomo accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio, emergono news clamorose sull'uomo che, se acclarate, potrebbero aggravare non poco la sua posizione, nonostante lui continui a ribadire da ormai oltre otto mesi la sua innocenza. Intanto, dopo quattro anni esatti dal ritrovamento del corpo senza vita di Yara Gambirasio nel campo di Chignolo, il pm Ruggeri ha notificato la chiusura delle indagini preliminari che contengono due gravi accuse a carico di Bossetti: omicidio volontario aggravato e calunnia nei confronti di un suo collega che lo avrebbe accusato dell'omicidio di Yara.

Ora però, spuntano altri elementi a suo scapito: dalle intercettazioni con la moglie alla sua presenza nel supermarket frequentato da Yara fino ad un prelievo al bancomat vicino la casa della ragazzina: ecco le ultime news aggiornate sul giallo.

Yara Gambirasio news: le bugie di Bossetti, le intercettazioni con la moglie, il supermarket e il bancomat

Le ultime news sul caso Yara Gambirasio sottolineano la presenza di numerosi elementi che vanno ad aggiungersi a scapito di Bossetti, il muratore accusato dell'omicidio della ragazzina di Brembate.

Le bugie rappresenterebbero un primo indizio contro l'uomo: lo si evince non solo dalle testimonianze dei colleghi ma anche dalle intercettazioni con la moglie riportate dal quotidiano Repubblica e che sottolineano come Bossetti era solito 'piangere a comando'. Non è tutto, dalle intercettazione rese note dal Corriere della Sera emergono nuove news secondo le quali iniziano a venire a galla anche i dubbi della moglie nel corso di un colloquio in carcere avuto con il presunto assassino di Yara Gambirasio.

Proprio dalle intercettazioni con Marita Comi, Bossetti si sarebbe fatto scappare un particolare non indifferente in merito alle condizioni climatiche del giorno della morte di Yara Gambirasio e relative al campo di Chignolo dove il corpo della tredicenne fu ritrovato a distanza di tre mesi.

A mettere nei guai Bossetti, secondo le news emerse dalle carte sul caso Yara Gambirasio, anche altri due aspetti: la presenza dell'uomo in un supermarket frequentato dalla stessa tredicenne ed un suo prelievo al bancomat vicino l'abitazione della ragazzina.

Nel primo caso, è una nuova testimone ad aver rivelato di aver visto Bossetti non solo in auto nelle vicinanze della palestra frequentata da Yara Gambirasio ed in compagnia di una ragazzina, ma anche in un supermarket alcuni giorni dopo. Ed ancora, a distanza di una settimana dalla scomparsa di Yara, Bossetti avrebbe prelevato al bancomat poco distante dall'abitazione della giovane vittima. Solo una coincidenza?

Per gli inquirenti non sarebbe così. Se volete conoscere le news sempre aggiornate sul giallo di Yara Gambirasio, vi consigliamo di cliccare sul tasto Segui in alto all'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto