Tra i numerosi casi di cronaca ancora irrisolti, due in particolare fanno riferimento a donne entrambe toscane, Roberta Ragusa e Guerrina Piscaglia, misteriosamente scomparse e che si teme possano essere morte o, peggio ancora, state uccise. Sui due gialli emergono ora news clamorose che vedrebbero protagonisti gli uomini con i quali prima di far perdere le loro tracce erano in contatto. Stiamo parlando rispettivamente di Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa e padre Graziano, il parroco di Ca' Raffaello con il quale Guerrina Piscaglia negli ultimi mesi precedenti alla scomparsa aveva instaurato un forte legame al punto da scambiare oltre 4000 conversazioni tra sms e telefonate. Ma che fine hanno fatto le due donne? Ecco le ultime news sui due gialli che continuano a restare ancora senza soluzione e senza un vero colpevole.

Pubblicità
Pubblicità

Roberta Ragusa news: proseguono le indagini su Antonio Logli

Non sono bastate le bugie e le intercettazioni di Antonio Logli ad incastrarlo e convincere il gup del Tribunale di Pisa a rinviarlo a processo: l'uomo e marito di Roberta Ragusa è stato prosciolto dalle accuse di omicidio e distruzione del cadavere della donna di San Giuliano Terme. Dalle ultime news sul caso riportate dal settimanale Giallo è emersa tuttavia la volontà della Procura di Pisa di proseguire nelle indagini in attesa delle motivazioni del gup.

Pubblicità

Fino all'arrivo della sentenza definitiva, dunque, Antonio Logli resterà imputato. Il procuratore Giaconi non si dà per vinto ma anzi annuncia la continuazione delle indagini che ora mireranno più che mai alla ricerca del corpo di Roberta Ragusa. L'assenza del cadavere della donna, infatti, avrebbe indotto i giudici a non ritenerla morta e quindi a non ritenere colpevole il marito. Diverso invece il parere dell'accusa convinta dell'uccisione di Roberta e per questo disposta a continuare nelle indagini anche contro Logli, facendo leva su nuovi elementi e testimoni.

Guerrina Piscaglia news: la donna è morta? Padre Graziano colpevole?

Le news sul giallo di Guerrina Piscaglia, al pari di quelle su Roberta Ragusa, continuano ad apparire sconvolgenti. Che fine ha fatto la donna 50enne scomparsa lo scorso 1 maggio? Anche in questo caso si fa sempre più strada l'ipotesi della morte. Il principale sospettato continua ad essere il prete africano, padre Graziano, indagato per favoreggiamento nel sequestro o nell'omicidio di Guerrina, con la quale avrebbe avuto dei rapporti intimi al punto che la donna, prima di sparire, gli aveva confessato di aspettare un figlio da lui.

Negli ultimi tempi inoltre, sarebbero emerse due testimoni che avrebbero dichiarato agli inquirenti di aver avuto rapporti a pagamento con padre Graziano. Le ultime news rese note da Giallo, riportano le dichiarazioni di una giovane ragazza romena, che dopo aver ammesso di aver ricevuto soldi dal prete ha riportato anche l'ultima telefonata nella quale chiedeva di Guerrina Piscaglia. La risposta di padre Graziano lascerebbe di stucco: "Non parliamo di lei, che non c'è più".

Pubblicità

Guerrina sarebbe stata uccisa? Il colpevole sarebbe davvero il religioso indagato? In attesa di nuove news sui due casi di cronaca al centro dell'attenzione, vi invitiamo a cliccare sul tasto "Segui" in alto all'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto