Nell'ultima puntata del noto programma Rai Chi l'ha visto? la conduttrice Federica Sciarelli ha raccontato la storia inquietante di Zakaria Ismaini, mostrando sullo schermo il volto del personaggio in questione. Un ragazzo, Zakaria, che all'apparenza si presenta bene ed ispira anche fiducia, proponendosi ad uomini e a donne, soprattutto se sono soli. Tuttavia, Zakaria non è un gentiluomo in realtà, egli è solito instaurare amicizie sessuali sia con maschi, che con femmine, ma potrebbe essere anche un giovane assassino.

Chi è Zakaria Ismaini?

Si teme che Ismaini abbia già mietuto numerose vittime. Il presunto criminale è un trentaduenne di nazionalità marocchina, dai video che il programma Rai ha mostrato, sembra una persona assolutamente innocua, che ispira anche simpatia, ma purtroppo non è così.

Chiunque sia entrato in contatto con lui ha corso un gravissimo e mortale pericolo, in quanto Zakaria, ovunque si sia spostato, ha lasciato dietro di sè una lunga scia di sangue. Oggi, tre ben distinte procure, quelle di Rimini, Brindisi e Catania, accusano l'uomo di numerosi ed efferati delitti. Uccisioni gratuite ed immotivate, avvenute in contesti e luoghi d'Italia diversi, ma accomunati dalla presenza di quest'uomo e da dinamiche molto simili. Ismaini potrebbe essere stato anche il fautore di un apparentemente isolato caso di cronaca nera avvenuto qualche mese fa. Tutto è iniziato il 7 Febbraio scorso, quando alcuni pescatori hanno rinvenuto, a poche centinaia di metri dal litorale catanese, il cadavere galleggiante di una donna, era completamente nuda. Quella donna era stata massacrata ed uccisa con un oggetto contundente ed in seguito gettata in mare.

I migliori video del giorno

Contemporaneamente, non molto lontano da luogo del rinvenimento del cadavere, è accaduto un altro fatto sconcertante, in quanto, alcuni vigili del fuoco sono intervenuti per domare le fiamme di un bungalow. All'inizio sono sembrati due fatti distinti ed isolati, ma in realtà non è così, poichè l'omicidio è avvenuto all'interno del bungalow in questione, ove è stato rinvenuto un bastone sporco di sangue. La vittima non aveva nessun elemento di riconoscimento, ma si è subito escluso che potesse trattarsi di una prostituta. Quando gli inquirenti si sono accertati su chi frequentasse in quel periodo tale spiaggia, è da subito emersa la figura di un marocchino, che lavorava proprio come custode del litorale, proprio lui, Zakaria Ismaini. Quando la procura ha controllato il telefono dell'uomo, subito si è accorta che Ismaini aveva cancellato tutte le chiamate effettuate ad una donna di Catania, di nome Letizia Consoli.

La signora Consoli aveva 50 anni, ben portati, e viveva proprio a pochi passi da quella spiaggia, infatti la donna ritrovata in mare era proprio lei, poichè la conferma è arrivata dal giovane figlio di Letizia, Vincenzo Occhiato.

Il ragazzo, intervistato da un inviato di Chi l'ha visto? ha affermato: "Gli inquirenti mi hanno fatto vedere delle foto, poi mi hanno portato in obitorio e lì ho fatto il riconoscimento. E' stata una bruttissima esperienza, mia madre era l'unica persona che avevo". Le indagini proseguono, si spera che venga fatta giustizia al più presto, in modo che la sicurezza e l'incolumità di tanti innocenti non vengano lese dalla follia criminale di questo individuo.