Sasha è stato preso a bastonate, gli hanno spezzato le gambe e le braccia, intanto ridevano e filmavano; lui ha rischiato di morire, mentre i suoi aguzzini  non sono stati ancora identificati. Il misfatto è accaduto a Nola. Un anonimo telespettatore del noto programma Rai Chi l'ha visto? ha gentilmente contattato il programma in questione ed ha comunicato agli operatori di conoscere le identità dei delinquenti in questione. Alcune  inviate del programma Rai condotto da Federica Sciarelli sono andate dal procuratore di Nola, affinchè prenda i dovuti provvedimenti.

Il dottor Paolo Mancuso ha dichiarato alle telecamere: "Sicuramente si è trattato di un momento di perdita completa del circuito mentale, la violenza dell'aggressione da parte di persone che probabilmente non erano professionisti denota l'assoluta perdita di controllo da parte loro, una situazione in cui tutto è possibile".

Gli aggressori sarebbero sette

Al dottor Mancuso è stato però fatto notare, che nonostante la 'presunta perdita di controllo', i delinquenti hanno ripreso tutto con il telefonino.

 Egli ha così ribattuto: "Evidentemente fra le spinte compulsive verso questo tipo di violenza, c'è stato anche questo narcisismo dello specchiarsi nel momento in cui un'aggressione così vile viene realizzata". Al procuratore capo di Nola è stata poi sottoposta la trascrizione della telefonata dell'anonimo telespettatore; da tali dichiarazioni si comprende che i responsabili sarebbero sette ragazzi, di cui due maggiorenni e cinque minorenni.

Ad ogni modo i nomi dei presunti criminali non sono stati resi noti per ovvie ragioni di tutela della privacy. La lista dei nominativi è stata comunque consegnata al dottor Mancuso, che ora si occuperà di far eseguire i dovuti procedimenti. Tornando all'anonimo telespettatore e testimone, costui ha informato Chi l'ha visto? in merito al fatto che quelle persone sarebbero state ascoltate e poi sarebbero state mandate via dagli inquirenti con una semplice ramanzina.

Anche al dottor Paolo Mancuso è stata data tale informazione, che, se risultasse vera, sarebbe di una gravità immensa. Ma il procuratore ha dichiarato sorridendo: "Questa sarebbe un po' una follia, le pare? (rivolgendosi ad una delle due giornaliste), sarebbe mai possibile una cosa del genere? A me sembra una sciocchezza. Non fa parte del nostro mestiere fare le ramanzine, nè del mio, nè di quello delle forze dell'ordine". Il quesito comunque rimane: "Chi ha massacrato il giovane Sasha?". Si è capito solo che i delinquenti sarebbero sette. I giornalisti di Chi l'ha visto? sono andati a visitare i loro profili su Facebook; su uno di questi sono stati trovati dei riferimenti al film di Stanley Kubrick Arancia meccanica, proprio quel film in cui un gruppo di teppisti picchiano ed uccidono a sangue freddo degli innocenti indifesi.

Le indagini intanto proseguono.

Segui la nostra pagina Facebook!