Stanno proseguendo incessantemente le indagini per cercare di scoprire la verità sul caso di Yara Gambirasio, la tredicenne ginnasta di Brembate di Sopra scomparsa il 26 novembre di cinque anni fa e ritrovata morta pochi giorni dopo. L'unica persona accusata di avere ucciso la ragazzina è Massimo Bossetti, il quarantaquattrenne muratore di Mapello che si trova ancora rinchiuso nel carcere di Bergamo. Il cerchio si sta stringendo sempre di più sul carpentiere, dato che sono emerse numerose prove a suo carico. Ad aggravare ulteriormente la posizione di Massimo Bossetti è la testimonianza di un detenuto suo compagno di cella, il quale ha rivelato a "Mattino Cinque", che il carpentiere gli avrebbe confessato di avere ucciso Yara Gambirasio, aggiungendo dettagli sconvolgenti sul giorno dell'omicidio.

Secondo la testimonianza del detenuto, Bossetti avrebbe avuto anche un complice; tuttavia, gli inquirenti non ritengono attendibili le parole del compagno di cella del muratore di Mapello. Il caso, dunque, si complica; inoltre, la moglie di Massimo Bossetti, Marita Comi, ha rilasciato un'importante intervista a Luca Telese, nella quale afferma di sapere tutta la verità sulla triste vicenda. 

Ultime news Yara Gambirasio, la moglie di Massimo Bossetti: "So la verità", è svolta?

Il giornalista Luca Telese ha intervistato Marita Comi, la moglie di Massimo Bossetti, il carpentiere bergamasco rinviato a giudizio con l'accusa di avere assassinato Yara Gambirasio. La donna ha detto di aver deciso di parlare, dal momento che dopo la chiusura delle indagini ha notato che negli atti dell'accusa viene citata.

I migliori video del giorno

Sono infatti emerse alcune intercettazioni che dimostrano l'esistenza di numerosi dubbi di Marita Comi su Bossetti; sono spuntati alcuni dialoghi molto concitati tra i due. Ma la moglie del quarantaquattrenne carpentiere ha risposto così alle domande di Telese: "Avevo dei dubbi, ma ora non li ho più; voglio rispondere ai capi d'accusa che gravano su mio marito, perché il giorno del delitto Massimo era con me: io so tutta la verità". Marita Comi ha poi ribadito di essere pienamente convinta dell'innocenza di suo marito.