Ferdinando Carretta attualmente è un uomo di 52 anni ed il Tribunale di Sorveglianza accogliendo la richiesta del suo legale, ha deciso che essendosi la sua pericolosità sociale particolarmente attenuata molto presto potrà tornare libero.

Chi è Ferdinando Carretta

Ferdinando Carretta nel 1989 fu autore di un vero massacro; l'uomo, allora giovanissimo, uccise infatti i suoi genitori Giuseppe e Marta ed il fratello Nicola, facendone sparire i corpi che non vennero infatti mai più ritrovati quindi fuggì all'estero. Così per molti anni, fino al 1998, furono in molti a pensare che tutta la famiglia Carretta avesse deciso di trasferirsi ai Caraibi.

Fu ritrovato da 'Chi l'ha visto' nel 1998

Per nove anni Ferdinando Carretta era riuscito a seminare tutti fin quando nel 1998 venne rintracciato a Londra, dove faceva il pony express.

Raggiunto dagli operatori della trasmissione "Chi l'ha visto" confessò davanti alle telecamere di aver ucciso tutti i suoi familiari e di averne gettato i corpi in una discarica nella periferia di Parma per farli sparire insieme alla pistola che affermò di aver usato per compiere il delitto e che così come i corpi, non venne mai ritrovata.

Assassino ma non colpevole secondo la legge italiana perchè incapace di intendere e di volere

Soltanto un anno dopo la scioccante confessione, nel 1999, Ferdinando Carretta venne ritenuto totalmente incapace di intendere e volere e per tale motivo, fu assolto dall'accusa di aver ucciso i propri familiari.

I migliori video del giorno

Per la legge italiana è quindi un "assassino senza colpe". Ha passato molti anni nell' ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere mentre gli ultimi 9 anni è stato invece ospite di una comunità di Forlì, "Podere Rosa". Forlì è la città dove rimarrà ad abitare quando sarà liberato. L'uomo infatti sarà obbligato a rispettare ancora alcune prescrizioni imprescindibili per la sua libertà: non dovrà lasciare la sua casa dalla sera alla mattina e dovrà farsi seguire da psichiatri ed educatori che avranno l'incarico di verificare come procede il suo reinserimento nella società.

Ha avuto quarantamila euro in eredità oltre la casa del delitto

Pochi anni fa Ferdinando Carretta ha venduto la casa dove aveva massacrato la sua famiglia, un appartamento di 120 mq in via Rimini, dal quale ha ricavato circa 200.000 euro, mentre accordandosi con le sue zie sull'eredità dei genitori, riuscì ad avere 40.000 euro in contanti.

In una intervista rilasciata alla Gazzetta di Parma su quali siano le sue intenzioni dopo la recente decisione del giudice, Ferdinando Carretta ha risposto: "Ogni volta che esce qualche notizia che mi riguarda, sto male; ogni volta che si parla di ciò che è successo, sto male. Ora voglio solo fare una vita tranquilla, ricominciare a vivere".