Non si fermano le indagini per cercare di scoprire che cosa sia successo a Guerrina Piscaglia, la cinquantenne di Ca' Raffaello scomparsa in circostanze che devono ancora essere chiarite. Sembra comunque che il cerchio si stia stringendo sempre più su Padre Gratien Alabi, il religioso congolese arrestato con l'accusa di avere assassinato la donna e di avere occultato il suo cadavere. Le ultime news su questo delicato caso si concentrano proprio sul sacerdote africano, che è stato accusato pesantemente da una prostituta di origini rumene. A riportare le nuove indiscrezioni è la nota trasmissione condotta da Barbara D'Urso, "Pomeriggio Cinque".

Ecco tutti i dettagli sulla vicenda di Guerrina Piscaglia. 

Ultime news Guerrina Piscaglia, clamorose rivelazioni della prostituta rumena su Padre Gratien Alabi: svolta vicina?

Cristina è una prostituta rumena cha ha accusato Padre Gratien Alabi di avere avuto una "relazione a pagamento con lei": "mi dava cinquecento euro ad ogni incontro: non ha mai detto di essere un prete, ma si è presentato come un professore di filosofia", rivela la donna. Se queste accuse fossero verificate, aggraverebbero la posizione dell'ex parroco di Cà Raffaello, che si trova in carcere da oltre un mese. Cristina è stata sentita in incidente probatorio dal gip Piergiorgio Ponticelli mercoledì scorso e ha aggiunto altre affermazioni shock: "Una mia conoscente è stata sequestrata per sette giorni da Padre Gratien"; secondo le ultime indiscrezioni, riportate da "Pomeriggio Cinque" dal sito "Urbanpost", si tratterebbe di una prostituta di origini ungheresi.

I migliori video del giorno

Ma non è finita qui: dall'ultima puntata della trasmissione è emerso l'ennesimo dettaglio shock: nella cantina della canonica di Ca' Raffaello sono stati trovati alcuni abiti femminili, un reggipetto di colore giallo e delle scarpe bianche. La fase delle analisi è appena iniziata: se si accertasse che quegli indumenti sono appartenuti a Guerrina Piscaglia, si arriverebbe, molto probabilmente, ad una svolta del caso. La cosa certa è che questa triste vicenda sta diventando sempre più complessa da risolvere.